PIERO DE LUCA ALLA RISCOSSA

PIERO DE LUCA ALLA RISCOSSA
0 0
Read Time2 Minute, 23 Second

IL FIGLIO DEL GOVERNATORE DELLA CAMPANIA, SCRIVE UN LUNGO POST SU FACEBOOK COL QUALE RACCONTA DI ESSERE STATO VITTIMA DI UNA VENDETTA TRASVERSALE

di Giovambattista Rescigno

È bufera politica e forse anche personale nel PD, dove spirano venti di guerra dopo il demansionamento del parlamentare salernitano Piero De Luca che da vicecapogruppo alla Camera è stato “retrocesso” al ruolo di segretario dell’ufficio di presidenza del gruppo. L’On. prima di rilasciare una sua riflessione su quanto sta accadendo all’interno del PD dopo l’elezione della segretaria Elly Schlein,  ha scritto, sicuramente frasi dettate dalla mente e non dal cuore:- “Nell’augurare buon lavoro al nuovo ufficio di presidenza, non posso non rilevare che la vicenda del Gruppo parlamentare ha assunto in queste settimane un significato politico-simbolico ben superiore ai destini dei singoli, per cui credo doveroso esprimere una riflessione” poi continua sempre su Facebook con un lungo post sulle vicende che sono state vissute da alcuni parlamentari ed in primis da lui all’interno del partito, ovvero da dopo  ciò che è avvenuto nelle ultime settimane, ossia dopo la vittoria alle primarie dalla compagine facente capo a Elly Schlein, “è giusto all’uopo ricordare che Piero De Luca era sostenitore della linea Bonaccini”. Di seguito il post dell’On. Piero De Luca:

“È chiaro a tutti che le logiche che hanno prevalso in questa vicenda, per quanto mi riguarda, non sono state fondate né su dinamiche politiche, né sulle competenze, né sul contributo al lavoro parlamentare, ma risentono di scorie ancora non smaltite delle ultime primarie. Si è consumata una sorta di vendetta trasversale che non fa onore. Io credo che un grande partito come il Pd debba rilanciarsi parlando di temi, di contenuti, di idee, di progetti, anche di sogni per il futuro del Paese. Debba in sostanza parlare di qualcosa, non lavorare contro qualcuno; debba impegnarsi per aggregare e costruire, non disgregare o distruggere e debba farlo possibilmente con una linea politica chiara, non ambigua o equivoca, sulle grandi questioni di attualità. Ma forse ad alcuni di rafforzare il partito interessa davvero poco. La vita ovviamente va avanti. E l’impegno non si fermerà anzi aumenterà ancora di più. Continueremo il lavoro con ancora maggiore determinazione e convinzione per la nostra comunità democratica, al servizio del Paese. E continueremo il lavoro per difendere l’esistenza stessa del Partito Democratico, il cui tratto distintivo risiede nella capacità di essere una comunità, in grado di aggregare, unire, tenere insieme sensibilità e culture plurali, progressiste, riformiste, liberali, cattolico democratiche. Questa è la sua ricchezza, la sua identità, il suo tratto distintivo. Lo difenderemo con una resistenza democratica e di impegno civile nelle sedi di partito e nella società. Con l’obiettivo di contribuire in modo decisivo a far sì che il Partito Democratico possa diventare davvero la prima forza politica e possa costruire un’alternativa di governo forte e credibile”.

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

GIOVAMBATTISTA RESCIGNO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
en_USEnglish