LA GESTIONE DELLE CRISI, DI QUALSIASI GENERE

LA GESTIONE DELLE CRISI, DI QUALSIASI GENERE
0 0
Read Time2 Minute, 54 Second

UNO SGUARDO DA PONTE

di Domenico Ocone

La parola crisi, di origine greca, significa principalmente momento di svolta, cambiamento. Nel tempo ha assunto diverse sfaccettature, acquisendo, secondo il campo di applicazione, significati sostanzialmente con scarsa affinità tra essi. Attualmente non è azzardato affermare che la crisi che sta attanagliando il mondo vada considerata nel suo significato più legato all’etimo: cambiamento radicale dei comportamenti umani a ogni latitudine. Pertanto quanto accade a Oriente, ha ripercussioni bene avvertite in occidente. Altrettanto si verifica se a dare il via alla sequenza è l’Occidente. Questa osservazione può essere riscontrata fin d’ora, essendo quel processo già in atto e anche a buon livello. Per quanto possa sembrare utopistico, un equilibrio avanzato assimilabile a quello di quel genere richiede lacrime e sangue senza risparmio. Tutto ciò non è a portata di mano, quindi in teoria potrebbe restare, almeno per il momento, nel limbo in cui si trova ancora per diverso tempo. Gestire l’attualità sarà oltremodo difficile perché la crisi globale – pandemia, guerra in Ucraina e altre amenità dello stesso tipo- sono venute fuori con modalità imprevedibili per chiunque, come dimostrano le adozioni di provvedimenti talvolta contraddittori. Per combattere il virus sono stati messi in atto anche provvedimenti inutili e dispendiosi, talvolta palesemente dannosi. Quel che è peggio, seppure l’attenzione generale è catturata da fatti ancora più gravi come la guerra appena accennata, il virus è ancora attivo in forma cruenta e continua a mietere vittime un po’ dappertutto. Ciò che è peggio, non lascia intravedere segnali realistici di una sua prossima ritirata. Confermando quanto appena scritto, l’attenzione mondiale è concentrata sulla guerra che ha cacciato buona parte dei governi in quello stato che i francesi definiscono con “la tete dans le sac”. Tale espressione trova un corrispondente in italiano che non ne rende in toto la portata: incartarsi. Con la guerra in Ucraina si sta verificando qualcosa del genere, se non peggiore, che lascia tutti con il fiato sospeso. Una cosa è certa: la crisi attuale, così come descritta, alla sua fine consegnerà ai sopravvissuti tutt’altra realtà rispetto a quella preesistente. Mettendo a fuoco l’obbiettivo su Roma, c’è qualcosa di sapore ancora più deciso che ravviva quello generico appena tratteggiato: è la formazione del governo che non sta partendo certamente confortato da afflati di coesione. Il Paese, dalla chiamata di Draghi da parte di Mattarella a prendere in carico il caso Italia, era arrivato a riscattarsi in buona parte dagli errori commessi dalle gestioni passate. È stata la sua conduzione del carro Paese un esempio di comportamento virtuoso della gestione della cosa pubblica. Con essa quindi anche la gestione della crisi che già allora attanagliava l’Italia, da prima ancora dell’avvento del virus e poi della guerra. Il governo nascituro, pur essendo costituito da una maggioranza piuttosto ampia, sta stentando a imboccare la strada giusta e, volendo essere realisti, sta effettuando su sé stesso un test ai limiti del credibile: la gestione della sua stessa pre-crisi prima dell’insediamento. Sono ore cruciali queste in attesa del lieto evento. Chissà se vale anche per le premier quanto si dice alle nubende, probabilmente per consolarle: “sposa bagnata, sposa fortunata”. Anche la premier autopropostasi è una donna e a Roma sta piovendo. È credibile, come stanno le cose, che almeno a alzarsi sulle proprie gambe il prossimo esecutivo riuscirà a farlo. A mantenervisi stabilmente sarà tutt’altra faccenda e sarà bene non farsi soverchie illusioni su una sua attività tranquilla e quindi fattiva. Così è, piaccia o non piaccia.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

DOMENICO OCONE

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
en_USEnglish