CASTEL SAN GIORGIO (SA), COSTITUITA LA VIGILANZA PREVENZIONE INCENDI ANCHE DAL CIELO

CASTEL SAN GIORGIO (SA), COSTITUITA LA VIGILANZA PREVENZIONE INCENDI ANCHE DAL CIELO
1 0
Read Time4 Minute, 5 Second

L’ASSOCIAZIONE AMICI PER L’AMBIENTE CASTEL SAN GIORGIO (SA), DI NUOVO IN CAMPO PER LA SALVAGUARDIA DELLA NATURA E DELL’AMBIENTE

di Giovambattista Rescigno

Incedi boschivi, e ora basta! Non se ne può più con gli incendi e le devastazioni della flora sulle montagne della nostra provincia che da inizio estate stanno distruggendo decine di ettari di boschi e vegetazione, arrecando ingenti danni non solo economici, che questo potrebbe essere il male minore, ma danni alla natura con ripercussioni anche sull’uomo e sugli animali, poiché i pastori portano ancora i greggi al pascolo sulle verdeggianti colline di Castel San Giorgio e dei paesi limitrofi, basta con gli incedni che hanno conseguenze ed annosità anche sulla salute. A tali scempi, si oppone da anni l’associazione Amici per l’Ambiente di Castel San Giorgio, costituitasi anni orsono alla frazione Lanzara e che opera in piena autonomia e gratuità per la salvaguardia dell’ambiente, l’associazione da alcuni giorni, ha siglato un accordo con la scuola di Volo Aereo Club Benevento, i cui associati, provvederanno a vigilare dall’alto i colli, e segnalare alle autorità preposte l’individuazione di focolai, e di piromani, eventi e soggetti che segnaleranno immediatamente alle forze di polizia del territorio. Inoltre le “vedette dell’aria”, mediante apparecchiature tecniche e moderne ad alta risoluzione fotografica e di ripresa, a loro disposizione fotosegnaleranno eventi e soggetti per la loro individuazione e deferimento all’A.G. L’opera dell’associazione sangiorgese, è in atto da ben due anni, con ausilio di vedette volontarie con operatività a titolo gratuito, che a turno alternandosi si portano sulla parte più alta delle colline, da dove vigilano affinché ignobili soggetti, desistano nel porre in essere il loro antigiuridico intento. Inoltre l’associazione, non si occupa solo della vigilanza, ma anche della piantumazione di alberi nei posti dove in precedenza vi erano alberi che sono andati distrutti, quindi si adoperano affinché, il verde torni ad occupare i luoghi dove la mano dell’uomo ha distrutto. I volontari, negli ultimi due anni hanno piantato in due diverse ricorrenze, ovvero nel giorno dell’evento denominato “Aria Pulita” circa 300 nuove piante, sulle quali ora vi è vigilanza attiva e continua. Inoltre, i volontari, si adoperano, essndo conoscitori dei luoghi montani e pedemontani, nel fare assistenza e guida lungo i sentieri, essendo il territorio sul qual operano vastissimo, infatti lo stesso si estende e confina con i comuni di Nocera Inferiore, Roccapiemonte, Mercato San Severino e Siano. Inoltre, la sua estensione raggiunge anche la valle del Sarno tra le terre dell’Agro Nocerino Sarnese da un lato, e del sanseverinese e del montorese dall’altro.

I rilievi montuosi interessati alla sorveglianza e vigilanza sono: Montecastello (meglio conosciuto come Monte Torello, 612 metri di altitudine sul l.m.), Monte o Collina di Sant’Apollinare (meglio conosciuta come Monte di Santa Maria a Castello, 280 metri sul l.m.), Cappella di Paterno (183 metri sul l.m.), Monte San Michele (479 metri sul l.m.) e Poggio Coviglia (noto come Monte Iulio o “Montagna del Drago”, 623 metri sul l.m.). Le colline innanzi richiamate e che appartengono al Comune di Castel San Giorgio (SA) hanno sentieri, mulattiere, e vie sterrate anche carrabili, di collegamento (che dovrebbero essere usate per lo più dai taglia boschi, ma in definitiva non lo sono, poiché, ai piromani poi si aggiungono anche coloro che vanno a sversare e/o depositare  rifiuti, non solo prodotti in abitazioni o giardini, ma anche materiali di risulta provenienti da lavori edili ed inquinanti quali calcinacci, asfalto e amianto), con le montagne di Sarno, ed alcune i dette si collegano tra le montagne di Sarno, Nocera Inf., Siano, Bracigliano e Mercato S. Severino. I materiali di risulta, non sono mai stati rimossi, vuolsi per la mancanza di guardaboschi, sia per incuria e/o dimenticanza delle amministrazioni, in alcuni tratti, nel tempo si sono venute a creare, grazie sempre alla mano dell’uomo, pronta a sporcare, distruggere, ma a non pulire, sistemare e bonificare, cumuli di spaventose dimensioni. Grazie al lavoro di questi volontari, da oggi, saranno tempo duri per piromani e sporcaccioni, poiché con i servizi di osservazione e controllo, finalmente è stato messo in atto il modo giusto per combattere questi delinquenti, perché chi si accanisce contro la natura che non può difendersi, ma può solo che essere additato quale delinquente. Costoro dimenticano, che con l’andare del tempo, venendo meno l’adesione dei terreni per mancanza di radici che fanno da aggregante, le condizioni climatiche specialmente quelle invernali creano slavine, smottamenti ed altro, una vera e propria ribellione della natura dovuta alla delinquenza di taluni soggetti. A codesti signori, che vigileranno affinché non vengano più date alle fiamme la flora anche se secca, e su coloro che abbandonano indiscriminatamente rifiuti di ogni genere auguriamo buon lavoro, e come giornale ci rendiamo disponibili a pubblicizzare a titolo gratuito tutte le loro iniziative ecologiste ed ambientaliste.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
100 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

GIOVAMBATTISTA RESCIGNO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
en_USEnglish