AMMINISTRATIVE 2021: GOLDEN SHARE DEL PRESIDENTE GIUSEPPE CONTE E 5 STELLE SULLA LACOALIZIONE “GROTTAGLIE NEXT ’”.

AMMINISTRATIVE 2021: GOLDEN SHARE DEL PRESIDENTE GIUSEPPE CONTE E 5 STELLE SULLA LACOALIZIONE “GROTTAGLIE NEXT ’”.
0 0
Read Time3 Minute, 43 Second

“BAGNO DI FOLLA” PER IL PRESIDENTE GIUSEPPE CONTE A GROTTAGLIE, ELOGIO DELLA CERAMICA GROTTAGLIESE, DONATA DA RAFFAELA MARANGELLA DI “CRASTE”

di Vito Nicola Cavallo

Pienone dei passati tempi “buoni” della Politica a Grottaglie, con l’arrivo del già Presidente del Consiglio dei Ministri e Presidente del Movimento 5 Stelle, l’avvocato del Popolo Giuseppe Conte. Mentre a Grottaglie, città di nascita di  San Francesco de Geronimo co-patrono di Napoli insieme a San Gennaro ( di cui ieri a Napoli si è commemorata la ricorrenza), in una delle piazze cittadine , piazza Vittorio Veneto, si consuma la singolare competizione elettorale, alla “Don Camillo e Peppone” ( di Cervi e Fernandel), dove in pochi metri quadrati si possono  “ammirare” i vessilli della “diaspora” del Partito Democratico originario, infatti al primo piano del numero civico 7 è collocata la sede ufficiale del Partito Democratico, che sostiene la coalizione GROTTAGLIE DOMANI, con candidato sindaco Alfredo Traversa, al piano terra invece, è ospitato il comitato di ex pieddini, rifondazionisti e simpatizzanti della sinistra “dura, INSIEME A SINISTRA che sostiene la coalizione GROTTAGLIE NEXT con candidato sindaco il “rientrante” Ciro D’Alò, adiacente ad essi il comitato di GROTTAGLIE DEMOCRATICA, lista sostenuta anche da ex pieddini e sostenitori del Partito Democratico, già immaginiamo il clima di “festa”, che si godrà il giorno dopo, il primo turno e figuriamoci all’improbabile ballottaggio, dove come è noto i voti di Traversa dovranno essere dirottati comunque su D’Alò.

Ma il clima si riscaldato già, nei giorni scorsi, con i comizi dei candidati al consiglio comunale e allo “scranno” di sindaco, compreso il comizio di Ciro D’Alò che tra l’ironico ed il serio, ha elencato le attività svolte come sindaco, sottolineando come, gran parte delle opere e dei progetti realizzati, sono stati possibili eseguirli grazie ai finanziamenti intercettati dall’amministrazione con il sostegno della Regione Puglia. Una Regione a trazione Partito Democratico e 5 Stelle, elemento non trascurabile, evidentemente per imprimere il sigillo sulla vittoria, al primo turno della coalizione GROTTAGLIE NEXT, e di conseguenza il riconoscimento di un ruolo importante per i partiti del governo regionale e nazionale, che inevitabilmente, posizionerà in secondo piano, i movimenti civici a trazione “daloniana” che cinque anni fa permisero a D’Alò di “sedersi” sulla poltrona color amaranto di Palazzo di Città.

Un comizio di altri tempi,(lo spazio comiziale a Conte, è stato concesso dal Partito Democratico provinciale !!!) a qualcuno ha fatto tornare alla memoria, quando dalla sezione del vecchio Partito Comunista, di Piazza Vittorio Veneto (piano terra e primo piano ) oggi occupato dal Partito Democratico e da Insieme a Sinistra, si ospitò a Grottaglie il rimpianto Onorevole Enrico Berlinguer, che vide giungere a Grottaglie Compagni da tutta la provincia di Taranto e non solo, il Presidente Conte accolto dall’affetto e dal calore dei grottagliesi, giovani, donne e famiglie ( una presenza stimabile in 2500 presenze), ha snocciolato il programma della coalizione ed ha spiegato cosa è stato fatto nel periodo pandemico, in particolare per ottenere i fondi del PNRR dall’Europa, ed ha aperto il suo movimento alla libera adesione da parte di chiunque, anche da parte di chi è iscritto ad altri partiti. Ha presentato il candidato sindaco Ciro D’Alò, particolarmente emozionato e attento al discorso di Conte, verso cui esternava uno sguardo ammirato e quasi “intimorito” (forse), dall’uomo che le accarezzava le spalle, che comunque andrà ha “guadagnato “ un posto nella storia e probabilmente anche nel futuro della nazione. La presenza dei cittadini grottagliesi, così numerosi, non potrà essere minimizzato dai competitor di D’Alò, i quali dovranno “sparare”, altrettanti fuochi, inteso come l’arrivo di leader della pari levatura politica e culturale di Conte, ma forse ci saranno delle difficoltà al riguardo.

Conte ha elogiato il piano di rigenerazione urbana iniziata da D’Alò, ha sostenuto la necessità di promuovere la ceramica di Grottaglie, al riguardo alla termine del comizio, l’imprenditrice ed artista, Raffaella Marangella ha donato al Presidente una CRASTA, un pregiato caspò artigianale con l’installazione di coloratissime “pale” di fico d’india, un complemento d’arredo, con una marcata caratterizzazione mediterranea, ma con un simbolismo che prende origine da popoli lontani.

Una serata che resterà nella storia politica ed amministrativa grottagliese, anche perché, sembra evidente, che il movimento 5 Stelle, con l’arrivo di Conte ha di fatto ipotecato la vittoria ed il percorso amministrativo e politico del prossimo quinquennio.

Le foto dell’evento.

https://www.facebook.com/media/set/upload/a.10215804562945515

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Please follow and like us:

Archivio

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

RSS
Follow by Email
en_USEnglish