ANTONINO CANNAVACCIUOLO PRONTO AD APRIRE IL SUO RESORT A TICCIANO, FRAZIONE DI VICO EQUENSE

ANTONINO CANNAVACCIUOLO PRONTO AD APRIRE IL SUO RESORT A TICCIANO, FRAZIONE DI VICO EQUENSE
0 0
Read Time2 Minute, 48 Second

“PORTERÒ BRUCE SPRINGSTEEN A VICO EQUENSE” RIVELA IL GRANDE CHEF

di Francesca Durante

A Ticciano, frazione di Vico Equense, un angolo inedito della Regione Campania, vicino ai siti turistici più noti, eppure al contempo così lontano dalle immagini convenzionali di un territorio, straordinario e variegato. E’ proprio lì che è nata la famiglia Cannavacciuolo e dove il grande chef, Antonino Cannavacciuolo, Due Stelle Michelin a Villa Crespi, ha iniziato la sua storia e vuole tornare con un grande ristorante che aprirà, secondo le ultime indiscrezioni, il 26 luglio, ma al momento nulla di ufficiale. C’è grande attesa per questa prossima apertura prevista tra la fine di luglio e l’inizio di agosto. La sua casa dell’infanzia, il lato inedito della penisola sorrentina, i sapori di un tempo diverso, l’origine della sua cucina.

«Un sogno che diventa realtà, aprire un ristorante con camere, nel cuore della Campania, a Ticciano, dove sono nato e cresciuto. Qui, insieme a mia moglie Cinzia, abbiamo deciso di donare nuova vita alla casa di famiglia, dove nonna mi preparava il ragù tutte le domeniche”, queste le parole del noto chef apprese da diversi post pubblicati sul profilo Facebook.

Ha aperto le porte del suo cuore Antonino. A volte, infatti, abbiamo bisogno solo di ripercorrere i nostri passi, di ripeterli, e di creare nuovi sentieri al loro fianco. A volte abbiamo solo bisogno di ricominciare il viaggio. E Cannavacciuolo, parla di questo suo nuovo ed importante progetto imprenditoriale.

Laqua Countryside, realizzato dell’Architetto Luca Macrì affiancato da Valentina Autiero, offrirà anche 5 camere e una suite, alcune con vista mare, altre con vista sul giardino e il piccolo borgo.

Le camere, tutte diverse, raccontano, ognuna, una storia, tutta da scoprire, tra memorie di infanzia e design: la stanza della Nonna, la stanza del Tuttofare, la stanza dello Zio Matto, la stanza del Curato, la stanza di Annarella, la stanza di Marina. A disposizione degli ospiti anche una piscina privata esterna, riscaldata durante i mesi invernali, la cantina dedicata alle degustazioni e un’area benessere.

Sono previsti quindici tavoli anche se in estate ce ne sarà qualcuno in più. E Cannavacciuolo intende esserci spesso per accogliere personalmente i clienti, impegni lavorativi e televisivi permettendo. In sua assenza ci sarà Eduardo Buonocore, amico di vecchia data dello chef vicano. Per quanto riguarda la cucina sarà un mix tra le esperienze piemontesi e le origini locali di Cannavacciuolo che anticipa: «Vogliamo offrire la migliore mozzarella, la migliore ricotta, carne e pesce eccellenti. Chi impiegherà quei 10 minuti in più dal centro di Vico per raggiungerci deve trovare il meglio». In cucina ci sarà Nicola Somma, di Gragnano, che è stato con Cannavacciuolo per anni a Villa Crespi, per poi prendere la stella Michelin nel locale di Torino.

Lo chef Antonino Cannavacciuolo ha poi un desiderio, quello di portare Bruce Springsteen a Vico Equense, dove il cantante ha la cittadinanza onoraria che però non ha mai ritirato. Rivela Cannavacciuolo: “Glielo farò chiedere da Joe Bastianich che lo conosce bene”.

[01:31, 22/7/2021] Giovambattista Rescigno: No nn lo ha fatto nessuno, credevo lo facessi tu

[01:32, 22/7/2021] Durante Francesca: Eh non lho fatto più perché ho pensato che essendo di Salerno qualcuno lo facesse, per non fare la copia ho fatto l’articolo sul resort di Cannavacciuolo che deve aprire a breve qui a Vico Equense

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

FRANCESCA DURANTE

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
en_USEnglish