QUESTIONE INQUINAMENTO VALLE DELL’IRNO: A SCRIVERE ALLA REGIONE I SINDACI DEI COMUNI DEL BACINO, FRANCESCO MORRA SINDACO DI PELLEZZANO DA IL VIA AD ALTRE AZIONI

QUESTIONE INQUINAMENTO VALLE DELL’IRNO: A SCRIVERE ALLA REGIONE I SINDACI DEI COMUNI DEL BACINO, FRANCESCO MORRA SINDACO DI PELLEZZANO DA IL VIA AD ALTRE AZIONI
0 0
Read Time3 Minute, 6 Second

FRANCESCO MORRA SINDACO DI PELLEZZANO: “NON MI SONO MAI SOTTRATTO AD UN CONFRONTO ISTITUZIONALE, MA CREDO CHE, DOPO ANNI DI IMPEGNO SU QUESTO SPECIFICO FRONTE, LA QUESTIONE DEBBA ESSERE AFFRONTATA DALLA REGIONE SUI SINGOLI TERRITORI”…

di Giovambattista Rescigno

I Sindaci dei comuni di Baronissi, Fisciano, Mercato San Severino, Calvanico, Bracigliano e Siano, anche se questi ultimi non sono molto vicini alla Valle Dell’Irno, ‘ma risentono della presenza di agenti inquinanti’, hanno scritto alla Regione Campaniaper richiedere un tavolo di lavoro sul tema dell’inquinamento atmosferico nella Valle dell’Irno. In particolare le problematiche evidenziate dalla pubblicazione dello Studio Spes. Il Comune di Pellezzanoè stato l’unico Comune che ha richiesto alla Regione Campania i risultati dell’indagine avviata dall’Istituto Zooprofilattico. Un analisi che, va evidenziata in quanto ha coinvolto i residenti dei Comuni di Salerno, Pellezzano e Baronissi. (Vds. Presenza sul territorio, di opifici i cui scarti di lavorazioni nella maggior parte sono le polveri sottili). Sulla vicenda il sindaco di Pellezzano Francesco Morra ha fornito i chiarimenti della sua scelta di seguire un’altra strada, di seguito i chiarimenti dello stesso: “Non mi sono mai sottratto ad un confronto istituzionale, ma credo che, dopo anni di impegno su questo specifico fronte, la questione debba essere affrontata dalla Regione sui singoli territori. Ben vengano manifestazioni di solidarietà allargata, ma le amministrazioni pubbliche hanno il dovere di esprimersi atti alla mano.

L’Amministrazione Comunale di Pellezzano, quando si è trattato di dibattere su temi riguardanti la salute e la qualità della vita dei cittadini, non ha mai fatto un passo indietro. Anzi. Forse, proprio grazie al nostro impegno, supportato dall’intervento dell’Autorità Giudiziaria che si espressa a seguito delle denunce esposte dai Comitati Cittadini coinvolti e dal nostro Ente, oggi c’è una maggiore consapevolezza del rischio che corrono i nostri territori. Per coerenza e rispetto nei confronti di coloro che ci hanno sostenuto in questa battaglia, pur riconoscendo il grande valore dell’iniziativa promossa dai Comuni della Valle dell’Irno, abbiamo deciso di far partire una nostra richiesta autonoma che segue gli atti già promossi in questi anni, alla Regione ed al Ministero della Salute, che sarà inoltrata nelle prossime ore. Ho partecipato personalmente all’accesso agli atti presso la sede di Portici dell’Istituto Zooprofilattico, autorizzato con ordinanza del Tar Campania.

 

Se l’obiettivo è quello di conoscere i dati, il nostro Ente è in possesso di tutta la documentazione necessaria. Al momento, dunque, serve soprattutto che gli enti preposti assumano una decisione nel merito di questa delicata vicenda facendo proseguire l’attività di studio per certificare le correlazioni dell’inquinamento e soprattutto così come previsto dal protocollo d’intesa potrebbe essere istituito un board scientifico di lavoro composto da esperti per studiare e valutare i risultati. Il dato attuale puro sicuramente non è esaustivo, senza i paragoni e senza gli approfondimenti potrebbe essere solo una interpretazione arbitraria che non ha nessuna utilità”. – Il sindaco Morra ha così concluso – “Per le ragioni esposte, e nel ringraziare i colleghi degli Enti che hanno sottoscritto l’istanza di audizione presso la Regione Campania, nella qualità di Sindaco della Comunità che rappresento, sento il necessario obbligo di intraprendere una strada separata, in termini di richieste da inoltrare ai competenti uffici, animato dall’intento comune di liberare il nostro territorio dalla contaminazione di agenti inquinanti così come indicati nello Studio Spes, recentemente reso noto al pubblico”. È da evidenziare che il sindaco del comune di Pellezzano, ha condotto una lunga battaglia al fine di far trasferire in altro luogo le Fonderie Pisano, battaglia a fianco della popolazione che non ha mai visto di buon cuore la presenza dell’Industria, adducendo alle immissioni nell’ambiente di particelle nocive che avrebbero procurato tumori a danno dei residenti.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
100 %
Surprise
Surprise
0 %
Please follow and like us:

Archivio

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

RSS
Follow by Email
en_USEnglish