GROTTAGLIE NEXT L’ASSORDANTE “SILENZIO” SUI DIECI QUESITI DI ARTE’STV

GROTTAGLIE NEXT L’ASSORDANTE “SILENZIO” SUI DIECI QUESITI DI ARTE’STV
0 0
Read Time8 Minute, 54 Second

IL SILENZIO DEGLI…INNOCENTI…BOH…

di Vito Nicola Cavallo

Su “GROTTAGLIE NEXT” scrivevamo nel novembre 2021 “  in arrivo la giunta municipale del D’Alò due, a poco più di un mese dall’esito   del risultato elettorale, che ha decretato Ciro D’Alò sindaco della città delle ceramiche per la seconda volta, sostenuto dalla coalizione GROTTAGLIE NEXT, e a circa dieci giorni, da quando l’ufficio elettorale centrale ha ufficialmente proceduto  alla proclamazione dei consiglieri comunali eletti…la coalizione GROTTAGLIE NEXT, composta dai nuovi  gruppi consiliari, Movimento 5 Stelle, Sud in Movimento, Rigenerazione, Insieme a Sinistra, Con D’Alò, Grottaglie Democratica, Viviamo Grottaglie, Noi Ci siamo, “, una coalizione che ormai si è trincerata in un silenzio “fragoroso”, ha perso quella loquacità che nei mesi precedenti alle nuove elezioni amministrative era guidata da D’Alò. Nelle ultime settimane abbiamo dato notizie dei diversi “intoppi” nella gestione amministrativa, un silenzio che ha preso il via, in particolare con il nostro giornale, dalla scorsa primavera, acutizzatosi nell’agosto seguente, quando il segretario provinciale di Articolo Uno, Massimo Serio, con una dichiarazione “ tranciante” e dai toni non proprio consoni al dialogo necessario tra politica e ed informazione, “chiudeva” ogni interlocuzione in merito a dieci domande inviate via mail sulle diverse tematiche della città delle ceramiche.

Uno “stop” arrivato anche dal sindaco Ciro D’Alò al quale furono proposti gli stessi dieci quesiti a cui non abbiamo ricevuto risposta alla pari di quanto fatto dal movimento politico “SUD IN MOVIMENTO” nella persona del suo coordinatore Michele Nuzzo. Negli ultimi giorni questa mancanza di interlocuzione si è ulteriormente intensificata con quanto riportato dal nostro direttore il quale ha ricevuto le “lamentele” dell’assessore all’ecologia e ambiente, “doglianze “ smentite dai  dati  forniti dalla Regione Puglia, che per il mese di Novembre certifica per la città di  Grottaglie il 69,86% di differenziata, posizionandosi quindi al quattordicesimo posto tra le città delle provincia di Taranto, ed il  72.80% la percentuale per l’anno 2022 del   della stessa differenziata  risultando di fatto, inferiore al 74,23% ottenuto dall’ambito rifiuti ottimale TA/4 in  cui Grottaglie è inclusa.

Vi diamo un elenco, non esaustivo, dei diversi “intoppi” ammnistrativi segnalati dal nostro giornale dal novembre 2021 ad oggi.

Non abbiamo ancora compreso i motivi del “cambio della guardia” in giunta con le dimissioni dell’assessore al bilancio Marangi di Noi Ci Siamo). Giugno 2022 PD Grottaglie presenta una mozione per il mancato recupero delle royalties della società linea ambiente srl già Ecolevante SpA.; ambiente e TARI. avv. Chianura chiede confronto pubblico con l’assessore all’ecologia e ambiente (“avv. Chianura,” scelte sbagliate, chi amministra non può scappare dal confronto!”. sindaco ed assessore non rispondono!!). Del “grave degrado “della piazza dedicata al Santo grottagliese Francesco de Geronimo; la “scottante” vicenda dei valori terreni del Comparto C, in merito al versamento del tributo richiesto dalla stessa amministrazione, ed i motivi della mancata risposta sulla soluzione conle norme tecniche d’attuazione delle c.d. “tavole sostitutive di dettaglio” (da tav. 27a a tav. 38f), da decenni negli armadi del comune. Nessun commento dell’amministrazione sul dato fornito da ARTESTV sul decremento demografico della città delle ceramiche di oltre 1000 unità a partire dalla prima giunta D’Alò nonostante le buone intenzioni del sindaco che conferma che “la rigenerazione urbana è da alcuni anni al centro delle politiche di governo del territorio della nostra Regione. Nasce dalla necessità di – riqualificare parti di città, spesso anche di grande valore ambientale e culturale, che versano in condizioni di degrado e abbandono; – dal dovere di restituire un ambiente di vita dignitoso alle persone che abitano e vivono luoghi spesso privi di infrastrutture e servizi; – dalla necessità di arrestare il consumo di suolo.” Ed ai dirigenti di ARTICOLO UNO in particolare attendiamo ancora risposte in merito al “famoso” incontro con l’assessore comunale all’ambiente e all’igiene urbana (aprile 2022) sempre in merito alla raccolta differenziata, quando insieme davo notizia dell’importante risultato ottenuto “della raccolta differenziata porta a porta, infatti – la percentuale di rifiuti differenziati a Grottaglie viaggia ormai stabilmente intorno al 75 % (oggi poco più del 72%, 69,86% mese di novembre), “e sapere come si è concluso il progetto di una nuova seconda isola ecologica, da situare ai margini del quartiere ex 167, e del  sistema di raccolta con “tariffa puntuale” (Tarip) dei rifiuti e del “progetto che  prevede un finanziamento di 1 milione 213mila 130,09 euro, fondi Pnrr dal Ministero della Transizione Ecologica. Dichiarava Stefani che “nell’intervento, sono previsti mastelli da 40 litri con tag “Rfid”, la Radio Frequency Identification, una tecnologia che permette di identificare i rifiuti conferiti tramite un sistema in radiofrequenza; contenitori “intelligenti” da 240 litri; contenitori stradali “intelligenti”; un sistema ad anello per la misurazione del “troppo pieno” nei cestini gettacarte; una pesa a ponte con collegamento web; una centrale operativa con telecamere; una bilancia informatizzata per la pesatura dei rifiuti in ingresso al centro comunale; un distributore automatico delle buste per la raccolta differenziata; un drone per il controllo del territorio. L’attività di censimento delle utenze e la distribuzione delle attrezzature sarà digitalizzata”. (aprile 2022).

In merito E alla revoca in autotutela del “nuovo bando per la raccolta dei rifiuti e l’igiene urbana.” Lo stesso ARTICOLO UNO non ha dato più notizia dell’evoluzione delle buone intenzioni che hanno fatto seguito nell’aprile 2022 con l’assessore comunale all’Urbanistica e ai lavori pubblici Giovanni Blasi, con il quale ricordiamo furono “approfonditi i temi riguardanti i progetti inerenti il centro storico, il programma di rigenerazione urbana, le periferie (ndr vedasi in che condizioni è ridotta via Campobasso!!) e i lavori in corso o da cantierizzare nelle vie commerciali ed in altre aree del paese.” Scrivevamo a suo tempo che “Il segretario cittadino Franco Galiandro ed il segretario provinciale di Articolo Uno Taranto Massimo Serio, il presidente del Consiglio comunale Aurelio Marangella, i componenti della segreteria cittadina e gli iscritti. Articolo Uno Grottaglie, “rinnovando gli auguri di buon lavoro al riconfermato assessore Giovanni Blasi e ringraziandolo per la sua disponibilità, ha ribadito l’importanza dei progetti urbanistici messi in campo dall’amministrazione guidata dal sindaco Ciro D’Alò, partendo da quelli siglati nella scorsa consiliatura e portati avanti anche in questo governo cittadino. Su tutti, il piano di rigenerazione urbana, oggetto di un finanziamento complessivo di 4 milioni e 200 mila euro: i lavori stanno interessando le più importanti strade del centro storico, sul doppio profilo estetico e funzionale”. Oltre alla rimozione dell’asfalto e al ripristino dell’antico basolato in pietra, infatti, in alcune vie sono in atto “lavori importanti per ristrutturare e riammodernare la condotta idrica e fognaria”. Lavori del centro storico che ARTE’STV ha rilevato delle criticità realizzative a cui, forse, bisognerebbe dare risposta. Come non abbiamo avuto notizia sulla probabile non funzionalità delle telecamere della ZTL del centro storico (chiarimenti chiesti all’attuale comandante del corpo della Polizia Locale, che tace, cosa grave per chi comanda un corpo di polizia, che dovrebbe garantire trasparenza e sicurezza alle richieste dei cittadini, richiesta inoltrata via e-mail dallo scrivente), di sapere cosa ne sia stato dell’arrivo del photored f17dr per la rilevazione automatica delle infrazioni al codice della strada, in noleggio per € 139.000,00 sul tratto di competenza cittadina della superstrada Taranto-Brindisi. In con conclusione riproponiamo i “vecchi” ma attuali quesiti.1) In materia di raccolta differenziata ed in merito all’erigenda nuova isola ecologica in pieno quartiere dell’ex 167 a Grottaglie, ha portato alle vibrate proteste dei residenti, con l’intervento da parte di diversi organi di stampa, a cui l’amministrazione non ha dato risposte. Voi di sud in movimento che sostenete l’assessore all’ecologia ed ambiente nella realizzazione dell’isola ecologica, cosa pensate in merito e cosa farete nell’immediato futuro? 2) Nella zona della nuova isola ecologica, l’architetto grottagliese Antonio Fanigliulo ha presentato attraverso ARTESTV, un ideogramma progettuale di rigenerazione urbana e non solo per quest’area, ma anche per il castello ed un nuovo parco della musica, cosa ne pensate al riguardo? 3) Mancato introito di tre-milioni di euro di introiti dalla discarica, ci spigate come stanno le cose? 4) Piste ciclabili, quale la vostra posizione in merito alla realizzazione di via messapia, e quali i motivi per cui non è stato realizzato quanto previsto nel progetto di rigenerazione urbana redatto dalla prima giunta d’Alò? 5) Comparto C5, ARTE’STV pubblica da tempo il contenuto delle così dette tavole sostitutive del piano regolatore vigente, che risolverebbe l’annosa questione, voi cosa farete in merito? 6) Aumento della tassa sui rifiuti, e fallimentare percentuale di raccolta differenziata, cosa proporrete al riguardo? 7) Centro storico e rigenerazione urbana, i dati confermano l’esodo dei residenti da questa parte di città nonostante il “trionfalistico” operato della sostituzione delle “chianche” da parte dell’amministrazione, cosa dite al riguardo? 8) Convenzione di oltre 30 ettari di piani di lottizzazione approvati da oltre un ventennio, sui cui i proprietari continuano a versare IMU senza poter edificare, quale iniziativa prenderete al riguardo? 9) Non pensate che sia utile che l’amministrazione e l’assessore Blasi interloquiscano con operatori e professionisti locali nonché con gli ordini professionali, sulla questione gestione dell’ufficio urbanistico e del sue, infatti molti professionisti lamentano difficoltà sul disbrigo delle pratiche edilizie, abbiamo contezza di comunicazioni di professionisti via PEC a cui dopo due mesi non viene data alcuna risposta, cosa farete al riguardo? 10) Promuoverete incontri con le categorie professionali, con i cittadini del comparto 5, con gli abitanti che hanno le abitazioni prospicente sull’erigenda nuova isola ecologica, con i residenti di via Messapia?

Noi per dovere di cronaca, di rispetto verso tutti Voi che seguite il nostro giornale e vi assicuriamo che nella città di Grottaglie non siete pochi, e sempre più interessati a sapere sulle vicende dell’amministrazione cittadina in carica, poiché il nostro giornale on-line, è libero e non assoggettato a questo o quel politico, e/o a questa o quella corrente o finanziatore di turno, per tanto non ricattabile, pubblicheremo le risposte, qualora dovessero pervenirci. In caso contrario continueremo a chiedere fiduciosi nella famosa frase pronunciata da Eduardo De Filippo al termine del terzo atto della commedia Napoli Milionaria, della quale tutti ne conoscete la trama, perché sicuramente almeno una sola volta l’avete guardata, adda passa a nuttata, frase piena di speranza che ha più significati quali ‘dopo il buio, o meglio il periodo oscurantista e del silenzio dovrà pur tornare la luce, una frase che è un vero simbolo di speranza e ottimismo, oppure si deve superare la crisi ecc.. Amici lettori a Voi l’ardua sentenza e interpretate la frase come più Vi aggrada’.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

VITO NICOLA CAVALLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
it_ITItalian