CLIMA DI ODIO PER IL PREMIER E IL SUO GOVERNO

CLIMA DI ODIO PER IL PREMIER E IL SUO GOVERNO
0 0
Read Time2 Minute, 41 Second

MINACCE AL PREMIER: “ATTENTA SE TOGLI IL REDDITO UCCIDO TE E TUA FIGLIA”

di Davide Sarno

Non siamo mai in un paese di pacifisti, anzi pronte le minacce o gesti estremi, questa volta è toccata alla Premier Giorgia Meloni e giorni fa al ministro Crosetto a cui gli si augura che la violenza poteva colpire anche lui in diretta su quarta repubblica, quello che è accaduto oggi è un fatto gravissimo accaduto sui social ma poteva benissimamente accadere nella realtà dal vivo.

Lo scrittore di queste righe “gentili” è un giovane siciliano che avverte il presidente Meloni: “attenta se togli il reddito uccido te e tua figlia”.

Minacce di morte alla presidente del Consiglio e alla figlia Ginevra. “Se togli il reddito ammazzo te e tua figlia”. E ancora: “Ricorda che mi costringi ad annientare la tua vita se tocchi il rdc ci sei? Non scherzo io mi faccio 40 di carcere almeno mangio, io ti sventro, veramente attenta, finiscila co sta cosa di togliere il reddito di cittadinanza senno ti ammazzo ma lo capisci? E non sarò da solo”. Sono alcuni dei messaggi postati da un unico utente, riportati dall’account Twitter di Fratelli d’Italia, indirizzati a Giorgia Meloni per le scelte del governo sul reddito di cittadinanza. A prendersela con la premier è un account che dice di twittare da Rosolini (Siracusa), chiamato “@Sashamanexi1”. Account che poi è stato sospeso “per aver violato le regole di Twitter”.

L’autore delle minacce è stato poi identificato dalla polizia. Su disposizione della procura della Repubblica di Siracusa, personale della polizia postale e della Digos ha eseguito una perquisizione nei confronti di uomo di 27 anni, disoccupato, residente nella provincia di Siracusa, indagato per violenza privata aggravata nei confronti del presidente del Consiglio.

Varie le condanne dal mondo politico, dagli esponenti del PD alla condanna del presidente del Movimento 5 Stelle e del Terzo Polo, alla piena solidarietà del centrodestra con Tajani e Salvini.

Ma a cosa dobbiamo questo clima d’odio? Come mai con i governi del centrodestra sistematicamente c’è una campagna d’odio gratuito?

Fratelli d’Italia fa quadrato attorno alla presidente del Consiglio, parlando di minacce come frutto del clima d’odio alimentato in particolare dal Movimento 5 stelle e dal loro leader. “Fomentare rabbia sociale per raccattare qualche voto è pericoloso. Spero che Giuseppe Conte ci pensi un minuto e condanni senza esitazione questi violenti”, ha twittato il responsabile dell’organizzazione di FdI, Giovanni Donzelli.

In Italia negli ultimi decenni è presente un ampio clima di dissenso verso i governi a guida centrodestra, non si capisce il perché, dopotutto questi governi sono legittimi al contrario dei governi succedutisi negli ultimi 12 anni.

Il centrosinistra ha influenza forte sull’opinione pubblica? Il centrosinistra è una corrente del neoliberismo appaiata nel sistema bancario?

Le risposte a queste domande non ci è lecito saperlo perché siamo in un paese dove qualcosa è legittimo viene malvisto, e i mezzi di comunicazione danno risalto all’odio riversato contro le istituzioni, influenzando la popolazione, vedasi anche i tafferugli avvenuti fuori alla Scala di Milano che è stata protagonista di scontri tra studenti e forze dell’ordine che hanno comunque avuto un’avvisaglie stamattina, dove è stato imbrattato il teatro della scala da alcuni contestatori.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

DAVIDE SARNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
it_ITItalian