LERICI (SP) UNO DEI PIU’ FAMOSI BORGHI MARINARI DELLA LIGURIA

LERICI (SP) UNO DEI PIU’ FAMOSI BORGHI MARINARI DELLA LIGURIA
1 0
Read Time5 Minute, 30 Second

INCANTA CON LA SUA BELLEZZA, AFFASCINANTE PAESINO AFFACCIATO SUL SUGGESTIVO GOLFO DEI POETI

di Catalina Mioara Georgescu

  Lerici in provincia di La Spezia: il borgo marinaio che diventa magico nella stagione autunnale

Lerici è un comune di circa 10.200 abitanti in provincia di La Spezia, situato sulla Riviera di Levante, rappresenta uno dei borghi marinai più famosi della Liguria e si affaccia sul Golfo dei Poeti (Golfo di La Spezia), venne chiamato così perché nel tempo ha ospitato e affascinato molti personaggi di spicco dell’arte e della cultura italiana e straniera, tra cui poeti, scrittori e attori.

Il comune fa parte di una zona di grande interesse naturalistico, storico e culturale: il Parco Montemarcello- Magra-Vara. La vegetazione dominante è quella a macchia mediterranea, a cui si alternano le formazioni di lecceta e gariga e ampie aree di oliveti. Il suo clima mite la rende un’apprezzata meta turistica in ogni stagione.

Con una storia molto antica risalente all’epoca etrusca (secolo VII a.C.), in seguito alla sua particolare posizione geografica ne fa un’importante porto naturale utilizzato prima dai Liguri e poi dai Romani. Con il tempo la sua importanza cresce sia dal punto di vista commerciale che da quello religioso, diventando uno dei porti più utilizzati dai pellegrini per raggiungere le principali mete cristiane. Nel 1152 diventa proprietà della Repubblica di Genova, per passare poi sotto il dominio della Repubblica di Pisa, dopo di che nel 1815 viene annessa al Regno di Sardegna e in seguito al Regno d’Italia nel 1861.

Il porto di Lerici è situato nella zona sottostante al Castello ed è costituito da un molo guardiano lungo circa 250 m, due pontili e una riva piena di banchine. Al suo interno troviamo numerose catenarie per l’ormeggio delle imbarcazioni da diporto gestite dal comune, i posti barca disponibili sono 1300, di cui 8 riservati al transito.

Lerici offre siti naturali particolarmente suggestivi: da una parte bellissimi paesaggi collinari dell’entroterra, dall’altra parte le splendide spiagge della costa, molto rinomate e caratterizzate da un fondale generalmente basso e sabbioso, tra cui– il Lido di Lerici, un stabilimento balneare con la spiaggia che digrada dolcemente verso il mare e l’acqua bassa per un lungo tratto, le spiagge di San Giorgio, spiagge libere situate in una baia di eccezionale bellezza paesaggistica e accessibili dalla galleria sotto il Castello, la Venere Azzurra– un’altra spiaggia libera sul litorale tra San Terenzo, che è stata premiata con la Bandiera Blu della FEE e con  le 4 vele di Legambiente per la qualità delle sue acque e dei servizi che li mette la disposizione.

All’interno del borgo Lerici si trovano le abitazioni caratteristiche liguri che ricordano la loro originaria struttura medievale. Qui sono presenti diversi siti di notevole interesse culturale. Il più importante è sicuramente il Castello Monumentale di Lerici, che domina la città dall’alto di un promontorio roccioso. L’edificio rappresenta un eccellente esempio di architettura militare ed è uno tra più belli di tutta la Liguria. Al suo interno troviamo una cappella duecentesca in stile gotico-ligure dedicata a Santa Anastasia ed un museo geopaleontologico che raccoglie ed espone oltre ad una vasta raccolta di minerali anche una ricca collezione di reperti fossili.

Sempre all’interno del borgo si affaccia la torre di San Rocco, una costruzione di epoca romana nata come torre di avvistamento e poi trasformata in campanile nel XVI secolo; la chiesa parrocchiale di San Francesco D’Assisi, l’oratorio quattrocentesco di San Bernardino, Villa Padula, residenza della baronessa e scrittrice inglese Emuska Orczy Borstow (autrice del celebre romanzo “La Primula Rossa”).

Cosa si può vedere di particolare a Lerici?!… tantissime cose… ma, a proposito di tempi remoti, nell’entroterra di Lerici, più precisamente sul Monte Caprione, si trovano dei “menhir” che avevano una funzione astronomica; il più interessante e spettacolare aspetto di essi è senz’altro la così detta “farfalla di luce”. Si tratta di un fenomeno che avviene nei giorni intorno al solstizio d’estate, in questa occasione il sole al tramonto passa attraverso uno spiraglio creato da una formazione megalitica, e va a proiettare su un menhir un fascio di luce che assume la forma di una farfalla. Questo spettacolo è in assoluto la cosa più sorprendente da vedere a Lerici.

Lerici: affascinante paesino affacciato sul suggestivo “Golfo dei Poeti”

Citato da Dante nel terzo canto del Purgatorio, Lerici è da sempre meta privilegiata da artisti, pittori e scrittori che, da secoli, rimangono affascinati dalla bellezza del borgo e dai suoi scorci.

Il fascino di Lerici ha attratto poeti come Mary Shelley e Percy Bysshe Shelley, che la scelsero come casa all’inizio del 1800. Vivevano nella bianca Villa Magni che, all’epoca, aveva una colonnata caratteristica proprio sul mare mentre era protetta dalle ripide pendenze del Promontorio Marigola dalla parte opposta. C’era un parco romantico e silenzioso che circondava la villa, con bellissimi alberi di noce e lecci. “Più una barca che una casa”: così veniva descritta dall’antropologo Paolo Mantegazza. Anche lui era tra i personaggi famosi che aveva scelto Lerici come residenza.

Virginia Woolf, Gabriele d’Annunzio, Sem Benelli e Henry James sono tra gli artisti che scelsero di visitare o villeggiare a Lerici attratti dal mito di Shelley. Percy Shelley amava navigare lungo la Baia della Spezia e giù verso la Toscana. La sua barca a vela si chiamava Don Juan in omaggio al suo amico Lord Byron, che viveva poco distante da Portovenere. L’8 luglio 1822, pochi giorni prima di compiere 30 anni, Shelley annegò in un incidente causato da un temporale improvviso mentre tornava a Lerici in barca da Livorno. Alcuni credono che sia stato ucciso per ragioni politiche, per la sua vita non convenzionale ed il suo idealismo intransigente.

Questa lista di illustri poeti ed artisti spinse Sam Benelli a coniare l’appellativo “Golfo dei Poeti”.

Onorando la sua eredità letteraria, Lerici ospita un numero di eventi culturali e artistici, tra i più importanti:

– Premio LericiPea: premia poeti ogni anno dal 1954

– Premio Castello di Lerici: premia il miglior libro letterario-scientifico dell’anno

– Golfo dei Poeti Film Festival

– Tellaro Film Festival

– Una voce poco fa: una fiera di letteratura e cultura legati al mare.

– Premio Lerici Città di pace e di poesia: premia i poeti che si distinguono per il loro lavoro per la pace.

Lerici il borgo marinaro affacciato sul “Golfo dei Poeti”, la cittadina di marinai, nocchieri, nostromi, ammiragli, storicamente noti e comunque gente che ha fatto del mare la propria ragione di vita.

Il porto pieno di barchette, le casette colorate ed un mare di un azzurro intenso… e tanto tanto altre trovate a Lerici che vi aspetta ad esplorarlo!

 

 

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
100 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

CATALINA MIOARA GEORGESCU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
it_ITItalian