COMPARTO C5. ARRIVA LA DIFFIDA ALL’AMMINISTRAZIONE DI GROTTAGLIE DALL’AVVOCATO MICHELE MIRELLI, PER CONTO DEI PROPRIETARI, “TARTASSATI” DALL’IMU

COMPARTO C5. ARRIVA LA DIFFIDA ALL’AMMINISTRAZIONE DI GROTTAGLIE DALL’AVVOCATO MICHELE MIRELLI, PER CONTO DEI PROPRIETARI, “TARTASSATI” DALL’IMU
2 0
Read Time4 Minute, 27 Second

DIFFIDA A GIUNTA E CONSIGLIO COMUNALE, A PRENDERE VISIONE DELLE NORME TECNICE D’ATTUAZIONE DELLE C.D. “TAVOLE SOSTITUTIVE DI DETTAGLIO” (DA TAV. 27A A TAV. 38F) DEL PRG, DA DECENNI NEGLI ARMADI DEL COMUNE

 di Vito Nicola Cavallo

Il decano degli Avvocati grottagliesi, Michele Mirelli, che da tempo si batte “come un leone” per affermare le ragioni di decine di grottagliesi, avverso le richieste IMU su terreni edificabili compresi nel Comparto edificatori C5 di via Padre Ignazio D’Amuri. L’Avvocato Michele Mirelli ha depositato ieri una dettagliata diffida “a prendere visione delle c.d. “tavole sostitutive di dettaglio dalle tavole TAV. 27 alla TAV. 38 allegate al PRG della Delibera G. R. 1629/4-11-2003, sia al PRG della Delibera di G. R. n. 2965/2010” invitandoli “ad espletare gli adempimenti attuativi con cortese urgenza”. L’invito/diffida inviata al sindaco Avv. Ciro D’Alò e la giunta comunale dallo stesso presieduta, al Presidente del Consiglio comunale e ai consiglieri comunali, alla segretaria comunale del Comune di Grottaglie.

Scrive nella diffida l’Avvocato Michele Mirelli “Il sottoscritto Michele Mirelli, per i proprietari assistiti fa di seguito alla precedente nota del 11/7/2022 inviata tramite l’ufficio protocollo del medesimo Comune di Grottaglie al sindaco, alla Giunta Municipale, al Consiglio Comunale, al dirigente del S.U.E. avente ad oggetto “Comparto C5-PRG vigente. Richiesta di valutazione di fattibilità urbanistica del preliminare di piano di lottizzazione-comparto C5 ai sensi degli art. 15 ed art, 5, lett. h-L.R.n.6/79, mod-integr con L.R. n. 66/79 e 56/1980”, che ad oggi non ha avuto alcun riscontro.

Stessa sorte hanno ricevuto la nota inviata dall’ architetto Vito Nicola Cavallo con P.E.C. del 21 aprile 2022 presentata al protocollo dell’Amministrazione alle ore 9,30 al n. 12326 con oggetto “Richiesta di avvio esecutività del piano di lottizzazione-Comparto CB2-C3, approvato con delibera C.C.64 del 15.10.2001 pubblicato in Gazzetta ufficiale della Regione Puglia. Applicazione determina dirigenziale n. 478 del 14.05.2020” ed altra nota sempre  dell’Architetto Vito Nicola Cavallo con P.E.C. del 14/3/2022 presentata al protocollo

dell’Amministrazione alle ore 9,24 al n. 8116 con oggetto “Richiesta di avvio esecutività del piano di lottizzazione-Comparto C1c-C2, C1c-C1, approvato con delibera C.C. n. 5 del 4 gennaio 2005 pubblicato in Gazzetta ufficiale della Regione Puglia. Applicazione determina dirigenziale n. 478 del 14.05.2020”, Fatta una tale premessa, rivolgendosi specificatamente al segretario Generale dell’ente a cui è demandato anche il controllo dell’obbligo di trasparenza dell’azione ammnistrativa dell’Ente che non ha dato riscontro alle note di cui in epigrafe, ci si permette quindi evidenziare; 1) Con la Determinazione Dirigenziale n. 478  del 14/5/20, su espressa richiesta

dell’Amministrazione, venne avviata la procedura per l’approvazione di linee guida/norme volte alla suddivisione dei comparti in sub-comparti, in applicazione dell’art. 12 comma 3 lettera e-bis della L.R. 20/2001 come modificato ed integrata dalla L. R. 5/2010, art. 16 che ha introdotto la possibilità di modificare la perimetrazione dei comparti d’intervento di cui all’art. 15 L.R. 6/79 purché senza incremento  degli indici di fabbricabilità, né riduzione della dotazione di spazi pubblici o di uso pubblico e stabilendo che la relativa delibera non è soggetta

ad approvazione da parte della regione Puglia giacché ai sensi dell’art. 12 comma 3 lettera e-bis della L.R. 20/2001 essa non costituisce variante”. 2) Cn la medesima Determina Dirigenziale veniva elaborata una relazione Tecnica nel maggio 2021 a firma del Sindaco avv. Ciro D’Alò, dell’assessore all’urbanistica arch. Giovanni Blasi, del Dirigente dell’area Tecnica Ing. Adele Celino e con supporto tecnico dell’Arch. Nicola F. Fuzio nella quale si precisava; a) La presente relazione, costituisce il supporto tecnico pe la predisposizione delle linee guida/norma utili alla suddivisione di comparti in sub-comparti in applicazione dell’art.12 comma 3 lettera e-bis della L.R. 20/2001 come modificato ed integrata dalla L. R. 5/2010, art. 16, che consente alle amministrazione  comunali, con procedimento semplificato non soggetta a controllo regionale, di intervenire sulla perimetrazione dei comparti e delle unità minime d’intervento, a condizione che non vengano introdotti aumenti degli indici di fabbricabilità o riduzione delle dotazioni di spazi pubblici o di uso pubblico facendo quindi esplicito riferimento alle Tavole Sostitutive Di Dettaglio (da TAV. a TAV, 38F); b) Tavole sostitutive, già in possesso dell’amministrazione e che lo scrivente ebbe a trasmettere significativi stralci e per le quali è necessario solo indire una conferenza di servizio per dargli attuazione ed un  Consiglio Comunale per dargli esecutività, così come stabilito nella su menzionata Determina Dirigenziale n, 478 del 14/5/2020”. Ed in conclusione si “diffida “a prendere visione delle c.d. “tavole sostitutive di dettaglio dalle tavole TAV. 27 alla TAV. 38 allegate al PRG della Delibera G. R. 1629/4-11-2003, sia al PRG della Delibera di G. R. n. 2965/2010” invitandoli ad espletare gli adempimenti attuativi con cortese urgenza”.

DI SEGUITO L’ATTO DI DIFFIDA INTEGRALE ED IN ORIGINALE

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

VITO NICOLA CAVALLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
it_ITItalian