GLI AZULEJOS, LE PIASTRELLE COLORATE DEL PORTOGALLO

GLI AZULEJOS, LE PIASTRELLE COLORATE DEL PORTOGALLO
1 0
Read Time5 Minute, 7 Second

IL TERMINBE AZULEJO DERIVA DALL’ARABO, CHE SIGNIFICA “PICCOLA PIETRA LEVIGATA”

di Liliana Carla Bettini 

Le piastrelle colorate chiamate azulejos sono una parte significativa della cultura e della storia del Portogallo. 

Forniscono un importante legame con il passato e un interessante obiettivo per lo sviluppo del Paese. 

Non solo gli stili e gli usi delle piastrelle sono cambiati nel corso dei secoli, ma gli stessi display spesso raccontano storie significative, dalle battaglie eroiche al lavoro quotidiano. Le immagini del Portogallo spesso includono le colorate piastrelle smaltate che si trovano in tutto il paese. Gli azulejos, come vengono chiamate queste piastrelle, sono stati modellati in Portogallo fin dal 1700. 

La loro ispirazione venne dall’influenza moresca degli invasori in Spagna e Portogallo già nel XIII secolo. La parola azulejo deriva dall’arabo, che significa “piccola pietra levigata”.

Appaiono all’esterno e all’interno di strutture come chiese, mercati, stazioni ferroviarie ed edifici governativi, portano con sé una storia significativa e un profondo legame con l’identità portoghese. Nel corso dei secoli, gli azulejos si sono evoluti e diffusi tanto da poterne trovare un’infinita varietà in tutto il paese. Ecco la storia dietro le piastrelle colorate del Portogallo e alcuni dei posti migliori per vederle.

Il re Manuele I, noto come “il Fortunato”, governò sulla grande espansione e formazione dell’Impero portoghese. 

Quando ha visitato Granada, in Spagna, ha visto lo sbalorditivo palazzo dell’Alhambra con le sue piastrelle colorate, ha quindi pensato di usare le piastrelle per abbellire le pareti vuote nell’architettura portoghese. 

Le piastrelle di questo tempo erano semplici forme geometriche in conformità con la legge religiosa, ma man mano che crescevano in popolarità e le leggi cambiavano anche gli azulejos.

Con il passare del tempo, quindi, gli azulejos si sono evoluti.  Nel 17 secolo, i disegni degli azulejo furono influenzati dalle famose piastrelle bianche e blu di Delft dei Paesi Bassi. 

L’élite portoghese amava le piastrelle bianche e blu e le acquistò da Amsterdam fino a quando il re Pedro III del Portogallo non pose fine alle importazioni. Voleva che il Portogallo producesse azulejos e così iniziò la produzione nazionale di azulejos portoghesi.

Il 18° secolo fu un’età d’oro per la produzione di massa di azulejos in Portogallo. 

I portoghesi, noti per raccontare storie, usavano le piastrelle come un modo per creare opere d’arte pubbliche che non erano solo belle ma comunicavano anche tutto, dalla storia alla cultura. 

Le piastrelle includevano rappresentazioni della natura e scene di vita umana e alla fine divennero più colorate e immensamente popolari. Interi soffitti e pareti sono stati assemblati per trasmettere storia e raccontare storie.

Per quanto belli siano, gli azulejos aiutano anche a mantenere le temperature interne più fresche durante le calde estati portoghesi. 

Le superfici delle piastrelle resistenti agli agenti atmosferici proteggono dal deterioramento dovuto all’umidità negli inverni. 

Non sorprende che in questi giorni gli azulejos possano essere trovati praticamente ovunque in Portogallo raccontando storie, illuminando il paesaggio e proteggendo le persone all’interno degli edifici e gli edifici stessi. Anche se è difficile visitare il Portogallo e non imbattersi negli azulejos, ecco alcuni posti speciali da considerare.

La stazione ferroviaria di São Bento nella città di Porto, è in cima alla lista per coloro che cercano esempi unici delle tessere della narrazione. 

Una delle stazioni ferroviarie più belle del mondo, le pareti del vestibolo di São Bento sono ricoperte di piastrelle che mostrano eventi importanti della storia portoghese. 

Oltre 20.000 tessere narrano vari eventi tra cui battaglie importanti. 

Tra gli altri luoghi fantastici per vedere gli splendidi azulejos c’è l’imponente Capela das Almaso “Cappella delle anime”. 

Ha quasi 16.000 piastrelle bianche e blu che mostrano scene della vita di santi, tra cui San Francesco d’Assisi e Santa Caterina, patroni della cappella. 

Lisbona è piena di azulejos. Il Palazzo di Fronteira fu originariamente costruito come residenza estiva per il marchese di Fronteira e sua moglie. Tuttavia, quando il grande terremoto del 1755 distrusse la loro residenza principale a Lisbona, questa proprietà fu ampliata e divenne la residenza principale della famiglia. 

Diverse belle facciate e la galleria della terrazza delle arti sono ottimi esempi di azulejos.

All’interno del palazzo, la Sala delle Battaglie espone importanti battaglie militari dell’epoca. Altre stanze usano azulejos per mostrare la ricchezza e il buon gusto del proprietario di casa.

Il Museo Nazionale Azulejo si trova all’interno di un convento costruito dalla regina Leonor, che a sua volta contiene bellissimi azulejos. 

Il museo mostra la storia degli azulejos e accompagna i visitatori attraverso la loro evoluzione e sviluppo unici nel tempo. 

L’isola di Madeira è un posto meraviglioso da visitare. Oltre alle tante cose da fare , alla vegetazione lussureggiante, al cielo azzurro e ai bei ristoranti sul mare, ci sono anche molte tessere di azulejos da godere.

Il Mercado dos Lavradores, il mercato contadino nel centro di Funchal ha pannelli di piastrelle che coprono l’ingresso principale, la facciata e il mercato del pesce.

Nel X secolo, quando il Portogallo era sotto il controllo moresco, il Palazzo Nazionale di Sintra era la casa del governatore e pieno di azulejos antichissimi che scomparvero nel corso degli anni. 

Il palazzo divenne quindi la dimora di otto re, tra cui Manuele I, che riportò gli azulejo dalla Spagna. Gli azulejos occupano ancora oggi un posto di rilievo nel palazzo e nei dintorni di Sintra.

Il bellissimo parco che circonda il palazzo è anche un ottimo posto per vedere delle favolose piastrelle. Fontane, pareti e archi mostrano azulejos tra cui disegni geometrici e scene naturali.

Mentre ti godi la bellezza del Portogallo che ti avvolge mentre esplori, prenditi un po’ di tempo per cercare queste opere d’arte viventi. 

Ti daranno un senso ancora più profondo del popolo portoghese e del suo modo di apprezzare gli elementi culturali provenienti da altrove e di farli innegabilmente propri.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

LILIANA CARLA BETTINI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
it_ITItalian