CAVA DE’ TIRRENI (SA) LA GUARDIA DI FINANZA SCOPRE UN IMPRENDITRICE CHE SVUOTAVA I PROPRI EVADERE IL FISCO

CAVA DE’ TIRRENI (SA) LA GUARDIA DI FINANZA SCOPRE UN IMPRENDITRICE CHE SVUOTAVA I PROPRI EVADERE IL FISCO
0 0
Read Time1 Minute, 39 Second

TRE GLI INDAGATI, L’IMPRENDITRICE IL FIGLIO E LA SORELLA DELLA STESSA CHE CONCORREVANO NELL’ ILLECITA ATTIVITÀ

di Antonio Auricchio  

Ieri mattina, in Cava de’ Tirreni, gli uomini della Guardia di Finanza di Salerno hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo su richiesta della Procura di Nocera Inferiore, emesso dal G.I.P. del Tribunale, nei confronti di tre persone, accusate di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Le indagini che ebbero in inizio nel 2017, a seguito di alcune segnalazioni relative ad operazioni sospette, inerenti al rilevamento di movimentazioni anomale di capitali da parte di una dei tre indagati, a cui carico in relazione alla sua posizione è stata poi avviata anche buna verifica fiscale. I finanzieri della compagnia di Cava de’ Tirreni, nel corso di approfondite e mirate indagini economico-finanziarie,  hanno accertato una serie di operazioni bancarie e di altre condotte fraudolente attraverso le quali, nel tempo, una donna (imprenditrice), debitrice nei confronti del Fisco per diverse centinaia di migliaia di euro, con la complicità della sorella e del figlio, svuotava i propri conti correnti, in modo da scongiurare qualsiasi possibilità di riscossione coattiva e ostacolare in ogni caso eventuali azioni di recupero crediti da parte dell’Erario.  Elementi probatori inoltre, dell’indagine, sono anche svariati assegni circolari tutti di grosso importo emessi in più circostanze all’ordine del figlio, ma che sistematicamente venivano annullati e/o estinti in un secondo momento <<ovvero quando veniva meno la preoccupazione di accertamenti da parte dell’Agenzia delle Entrate>> facendoli rientrare nella propria disponibilità. I finanzieri hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro 43 assegni, per un valore totale di 340.000 euro, durante la perquisizione domiciliare, ben nascosti da occhi indiscreti. Le fiamme Gialle hanno sequestrato su disposizione dell’A.G. ai tre soggetti coinvolti somme per complessivi 615 mila euro, ovvero l’intera somma relativa all’ammontare del debito dovuto ossia l’intera somma dell’evasione. 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
it_ITItalian