UN TUFFO NEL PASSATO A BATH

UN TUFFO NEL PASSATO A BATH
2 0
Read Time4 Minute, 53 Second

A BATH TI SENTI TRASPORTATO NEL PASSATO E TI SEMBRA DI RIVIVERE QUEL MONDO CHE TANTI VORREBBERO NUOVAMENTE MA CHE NON C’E’

di Liliana Carla Bettini

I visitatori di Bath vengono trasportati indietro nel tempo in cui le carrozze trainate da cavalli erano la principale forma di trasporto e i balli erano il momento clou della settimana. 

La pittoresca città di Bath, situata alla base di una profonda valle nel sud-ovest dell’Inghilterra, ha una ricca storia. La città, fondata dai romani, è sede di sorgenti termali naturali ed è stata un centro dell’industria della lana durante il Medioevo. 

Divenne una destinazione termale alla moda nel 18° secolo, provocando la costruzione dei numerosi edifici georgiani per i quali la città è famosa. Molti noti scrittori del periodo visitarono e scrissero della città, in particolare la scrittrice Jane Austen. L’intera città è oggi patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Le sorgenti termali di Bath sono in uso almeno dal IX secolo aC I romani costruirono le prime terme attorno alle sorgenti in un insediamento che chiamarono Aquae Sulis. Anche in epoca romana, le terme attiravano turisti da tutto l’impero e oggi sono considerate alcune delle terme romane meglio conservate al mondo.

I bagni furono riscoperti alla fine del XVII secolo e furono ristrutturati durante l’era georgiana. Allo stesso tempo, è stata costruita la vicina Pump Room. 

Era il luogo in cui le persone alla moda si riunivano per incontrare gli amici, bere l’acqua o camminare attraverso un tunnel per fare il bagno nell’acqua calda. 

Sebbene la balneazione non sia più consentita, i visitatori di oggi possono passeggiare intorno alle terme e ammirare l’acqua calda fumante, l’ingegneria romana e l’architettura georgiana. 

C’è anche un’ampia area museale che mostra alcune delle rovine romane. The Pump Room è ora un ristorante dove i visitatori possono gustare il pranzo o il tè pomeridiano, a volte con l’accompagnamento di musica dal vivo.

Anche se non puoi più fare il bagno nelle terme romane della città, puoi comunque provare di persona le sorgenti termali presso la Thermae Bath Spa, che combina servizi moderni con lo storico centro termale. Comprende due sezioni storiche: il bagno caldo del XVIII secolo e il Cross Bath, un edificio georgiano con una piscina termale all’aperto.

Questo è l’unico posto in Inghilterra dove puoi goderti acqua minerale naturalmente calda. Thermae offre una gamma completa di trattamenti e un centro visitatori gratuito dove è possibile conoscere la storia della spa e il ruolo che una volta aveva nella vita sociale di Bath. 

Una chicca? La piscina sul tetto è uno dei posti migliori per avere una vista del centro storico della città.

Non è rimasto molto della città medievale di Bath, ma un edificio da non perdere è l’Abbazia di Bath, che domina il centro della città. In questo sito esiste una chiesa sin dall’VIII secolo, anche se l’attuale struttura risale al 1500.

L’abbazia originariamente ospitava una comunità monastica, ma l’ordine fu sciolto durante il regno di Enrico VIII. L’edificio è stato successivamente riaperto come chiesa parrocchiale.

Assicurati di stare fuori dall’abbazia e ammirare le magnifiche opere in pietra, in particolare la porta occidentale decorata con le sue scale scolpite di angeli. 

L’interno dell’edificio è meno impressionante (e ti verrà chiesto di pagare un biglietto d’ingresso). Se entri, considera di fare un giro della torre. In cima, sarai ricompensato con viste spettacolari sulla città e sulla campagna circostante.

Fuori dalla chiesa si trova il sagrato dell’abbazia, un luogo dove trascorrono del tempo sia i locali che i turisti. Nelle giornate di sole, la zona è piena di artisti di strada e altri artisti di strada.

Oltre alle terme romane, Bath è nota soprattutto per la sua architettura georgiana. Quando la città divenne un abbeveratoio alla moda nel 18° secolo, diversi importanti architetti furono incaricati di costruire grandi case ed edifici pubblici. 

Questi sono stati progettati in stile palladiano e costruiti con la caratteristica pietra gialla di Bath, dando alla città un aspetto notevolmente omogeneo.

Il monumento architettonico più famoso della città è il Royal Crescent. Progettato da John Wood il Giovane e costruito tra il 1767 e il 1775, il magnifico semicerchio di 30 case alte si affaccia su un ampio prato e offre viste sul Royal Victoria Park e oltre, sulla città. 

Una delle case, la n. 1 Royal Crescent, è ora arredata come sarebbe stata al tempo di Regency Bath. In questa affascinante casa museo, puoi conoscere come vivevano sia la nobiltà che la servitù.

Jane Austen è l’autrice più strettamente associata a Bath. La città è menzionata in tutti i suoi romanzi e alcuni di essi sono in parte ambientati a Bath. Puoi saperne di più sull’autrice e sulle sue opere al Jane Austen Center di Gay Street. 

Il museo si trova in una casa georgiana molto simile a quella in cui visse Jane Austen durante uno dei suoi soggiorni a Bath, ed è decorato nello stile dell’epoca. Non appena entri in casa, sei accolto con l’ospitalità del 18° secolo da docenti vestiti con abiti georgiani.

Dopo aver guardato intorno alla casa, puoi visitare l’elegante sala da tè Regency all’ultimo piano. Regalati un caffè e una torta o un intero tè pomeridiano. Le voci del menu includono il tè con il signor Darcy e la torta del giorno della signora Bennet. 

Il tè pomeridiano può essere gustato ovunque in Inghilterra, ma a Bath c’è qualcosa di particolarmente romantico. 

La tradizione del tè pomeridiano iniziò a metà del 1800, che coincide piacevolmente con il periodo di massimo splendore di Bath. Fu allora che la città svolse un ruolo di primo piano nella scena sociale britannica

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

LILIANA CARLA BETTINI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
it_ITItalian