DA LOCOROTONDO A GROTTAGLIE “IN BICI SULLE VIE DELL’ACQUEDOTTO”: INIZIATI I LAVORI DEL TRACCIATO DALLA VALLE D’ITRIA A GROTTAGLIE. PARTE SECONDA/2 

DA LOCOROTONDO A GROTTAGLIE “IN BICI SULLE VIE DELL’ACQUEDOTTO”: INIZIATI I LAVORI DEL TRACCIATO DALLA VALLE D’ITRIA A GROTTAGLIE. PARTE SECONDA/2 
0 0
Read Time2 Minute, 56 Second

IL PROGETTO PRENDE IL VIA NEL 2010 CON L’ASSESSORATO AL TURISMO DELLA GIUNTA BAGNARDI. PARTONO I LAVORI DI COMPLETAMENTO E MESSA IN SICUREZZA

di Vito Nicola Cavallo

La pista in quest’area era già stata prevista nel piano della Mobilità Ciclistica e Pedonale approvato. Il progetto è inoltre conforme al Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche e rispetta lo stato attuale delle proprietà private, non incidendo in alcun modo sugli accessi pedonali e carrabili. La pista ciclabile è realizzata sopraelevata alla quota dei marciapiedi esistenti e pavimentata con autobloccanti in cemento con superficie drenante. Il percorso ciclabile non resterà un’opera isolata, ma rientra in un progetto più grande che vedrà Grottaglie connessa in diversi punti. Infatti, i lavori di rifacimento dei marciapiedi di Viale Matteotti che a breve saranno appaltati, prevedono il proseguimento della pista ciclabile sino a Via Marconi e via Diaz. In tale direzione, si prevede di attingere ad altre risorse per sviluppare i progetti che la conducano attraverso via delle Torri, Quartiere delle Ceramiche e Centro Storico, collegando anche la Velostazione (presso la Stazione di Grottaglie) i cui lavori di realizzazione si stanno concludendo in questi giorni.

Sarà perciò possibile raggiungere la Stazione di Grottaglie e i vari punti della città e viceversa sulle due ruote.  L’amministrazione Comunale sta parallelamente lavorando ad alcuni progetti per l’ottimizzazione del servizio dei parcheggi e dell’uso delle auto. In questo senso, l’azione politica nella passata amministrazione e nella presente sta continuando a predisporre la città nell’ottica della mobilità sostenibile. Gli obiettivi sono utilizzare sempre meno le auto, affinché questo possa diventare una buona pratica e migliorare la qualità dell’aria che respiriamo.  Considerato anche il contesto dei cambiamenti climatici e dell’aumento di temperatura in città, è importante fare scelte politiche lungimiranti che possano migliorare il benessere dei cittadini e non compromettere il futuro delle generazioni avvenire.”

E quanto dichiara Giovanni Blasi, assessore all’urbanistica e lavori pubblici.

Da ricordare che nel giugno 2010 partiva “IL PROGETTO DI BIKE SHARING”, progetto presentato dall’assessore al turismo della giunta Bagnardi.

 “Il progetto di noleggio di biciclette detto bike sharing  finanziato per l’80% dal ministero dell’ambiente, offrendo alla città  un contributo al sistema di trasporto leggero e si sarebbe  articolata nell’installazione nel quartiere delle ceramiche (parco dell’accoglienza) di un modulo “velostazione-container” (proposto dalla Tecnomobility di Bari Servizi ed Innovazioni per il Territorio-nell’ambito del Progetto “Ali in Bici”, vincitore del bando di concorso “Principi Attivi” 2008;) delle dimensioni di 244 x 259 x 1220 con  strutture basculanti parasole e box bici  e bagagli con serratura elettronica coibentato con distributore automatico per ricambi per biciclette e snack è dotato di a moduli fotovoltaici (circa 20 mq), modulo bagno e video camera di sorveglianza e centrale di comunicazione e dotato d’impianto di condizionamento attrezzato con tavole e sedie, il costo complessivo dell’intervento è stimato in 60 mila euro”.

Un progetto del 2010, di rilevanza strategica per lo sviluppo turistico della nostra città, se si considera che il movimento ciclo-turistico coinvolge più di un milione di ciclisti interessati a questo tipo di reti e progetti e che, diventerà parte integrante delle direttrici della rete ciclabile regionale, i cui itinerari principali sono stati individuati con il progetto di cooperazione CYRONMED. Il turismo in bicicletta, quindi un’occasione di svago quale motivo per conoscere luoghi interessanti e specifici della cultura tipica della città d’arte di Grottaglie contribuendo alla valorizzazione economica e allo sviluppo sostenibile del nostro territorio.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
it_ITItalian