CERAMICA, CASSESE (M5S): 10 MILIONI ALL’ARTIGIANATO ARTISTICO, EMANATI I DECRETI. TORNA BUONGIORNO CERAMICA! IL 21 E IL 22 MAGGIO

CERAMICA, CASSESE (M5S): 10 MILIONI ALL’ARTIGIANATO ARTISTICO, EMANATI I DECRETI. TORNA BUONGIORNO CERAMICA! IL 21 E IL 22 MAGGIO
0 0
Read Time6 Minute, 18 Second

IL SINDACO D’ALÒ E L’ASSESSORE VINCI PARTECIPANO AI I LAVORI DELL’ASSEMBLEA GENERALE DEI COMUNI ASSOCIATI AICC A FAENZA

di Vito Nicola Cavallo

Continua l’azione degli amministratori locali e nazionali della città d’arte di Grottaglie, l’Onorevole Gianpaolo Cassese , l’assessore alle Politiche Educative, Cultura, istruzione, politiche giovanili e partecipazione, PUC Turismo, Cultura, Marketing territoriale e Percorsi Ceramici Professor Antonio Vinci ed il Sindaco Ciro D’Alò per sostenere il comparto della produzione della ceramica artistica grottagliese, arriva a Faenza la buona notizia dell’Onorevole Cassese, al sindaco D’Alò ed assessore Vinci che partecipano ai  lavori dell’assemblea generale dei comuni associati AiCC (associazione italiana città delle ceramiche).Si conferma la presenza di Grottaglie  nel nuovo direttivo dell’associazione, con l’elezione del Sindaco Ciro D’Alò presieduta da  Massimo Isola, ai quattro vice presidenti, al direttore Beppe Olmeti e a tutto il direttivo. In particolare, a Sabrina Licheri – Sindaca di Assemini. Ha dichiarato D’Alò “ finalmente, dopo due anni, con tutti i soci dell’Associazione italiana città della ceramica si è riunita in presenza.

Abbiamo la necessità di confrontarci dal vivo per avviare azioni e progetti comuni per il rilancio del settore ceramico italiano. Oggi, con il Sindaco di Faenza Massimo Isola e l’assessore Antonio Vinci, abbiamo visitato alcune realtà artigiane del territorio. Anche qui il settore ha risentito della crisi pandemica ma piano piano si riprendere. Qui siamo nello spazio permanente Spazio Ceramica Faenza, una sorta di temporany shop della ceramica. Un progetto davvero molto interessante.” E dunque la buona notizi diffusa dall’Onorevole Gianpaolo Cassese il quale comunica “ per i ceramisti pugliesi e per le città ceramiche tra cui Grottaglie, Laterza e Cutrofiano. Sono stati emanati dal Ministro dello sviluppo economico i decreti che rendono operative le misure contenute nell’ultima legge di Bilancio, che mirano a sostenere le imprese della filiera della ceramica artistica e tradizionale e del vetro artistico di Murano con risorse complessive pari a 10 milioni di euro. I due decreti disciplinano le modalità di presentazione delle domande per richiedere contributi a fondo perduto destinati sia a ridurre i costi delle bollette di gas e dell’energia elettrica per l’anno 2022 di ambedue i settori, sia alla realizzazione di progetti per la valorizzazione dell’attività della ceramica artistica e tradizionale e della ceramica di qualità.

 Da anni lavoro per il rilancio del settore della ceramica e vedere finalmente concretizzata una norma per la quale mi sono fortemente speso, mi dà grande soddisfazione.
Per quanto riguarda il comparto ceramico vengono stanziati 5 milioni di euro con un decreto che stabilisce che le imprese del settore potranno beneficiare per il 2022 di un contributo non inferiore a 10mila euro e fino a 50mila euro – per la copertura dell’80% delle spese – destinati a progetti dovranno realizzare una delle seguenti finalità: piattaforme informatiche, sviluppo tecnologico dell’impresa, sviluppo industriale attraverso l’acquisto di uno o più macchinari nuovi di fabbrica. Attraverso questi incentivi, i nostri maestri ceramisti avranno l’opportunità di introdurre strumenti innovativi per rendere la loro attività maggiormente efficiente e competitiva.Le domande andranno inoltrate dal 1 giugno 2022 al 30 giugno 2022 a Invitalia – il soggetto gestore individuato dal Ministero dello Sviluppo economico – che procederà in ordine cronologico di presentazione delle domande alla verifica dei requisiti richiesti. Dopo l’approvazione da parte del Consiglio Nazionale Ceramico, il Ministero provvederà, tramite apposito decreto, alla erogazione dei contributi relativi ai progetti per i quali l’istruttoria si è conclusa positivamente.

I contributi a cui le aziende ceramiche potranno attingere sono ingenti e, nonostante la mia proposta mirasse a distribuirli su più annualità, di fatto sono concentrati nell’anno in corso. È bene che vengano utilizzati interamente. L’invito che rivolgo alle attività produttive del comparto è quindi di cogliere questa importante opportunità affinché nulla delle risorse destinate resti inutilizzato. Come è noto, l’obiettivo che perseguo e per cui continuerò a lavorare insieme ai colleghi dell’Intergruppo parlamentare Per le Città della ceramica artistica e tradizionale che ho l’onore di presiedere, è quello di introdurre una norma pluriennale, di ampio respiro, che renda strutturale e non episodico l’intervento dello Stato a sostegno del mondo della ceramica, che ha bisogno di tutto il sostegno possibile e di gambe robuste per rialzarsi. Procederemo anche con un’intensa attività di promozione del settore, ad iniziare da domani. Alle 14, infatti, dalla Sala Stampa della Camera dei Deputati presenteremo, insieme all’AiCC (Associazione Italiana Città Della Ceramica), l’iniziativa di carattere nazionale ‘Buongiorno Ceramica’, che si svolgerà in numerose città della ceramica il 21 e il 22 maggio.”

Proprio l’AiCC (Associazione Italiana Città Della Ceramica), ripropone BUONGIORNO CERAMICA! Il 21 e il 22 maggio tornando così a vivere insieme una delle arti più quotidiane e vicine. Come una spina dorsale dell’artigianato, la ceramica d’arte corre lungo tutto il Paese, un guizzo di forme, di colori, di creatività patrimonio di tutti

Con uno straordinario supporto di tutti gli operatori ed appassionati della ceramica italiana, BUONGIORNO CERAMICA! 2022 diventa espressione di rinascita del settore, a partire dai laboratori, dagli atelier, dai forni, dalle botteghe, dalle gallerie d’arte e torna in strada, in piazza, nelle scuole, nei musei, nei parchi. Torna tutta dal vivo forte della stessa operosa fiducia degli artigiani e di coloro che ogni giorno scelgono un oggetto in ceramica per rendere più bella, colorata, creativa, artistica anche la quotidianità.

Sono 45 le Città della Ceramica sparse in tutta Italia dove nell’arco di un weekend si susseguono ogni anno performance, laboratori, concerti, aperitivi col maestro, degustazioni, mostre, installazioni, visite guidate, workshop, letture, e molto altro. Un gran piacere sia per gli adulti che per i più piccoli; un Festival a porte aperte concentrato in una due giorni.

Nel terzo weekend di maggio tutti possono scoprire botteghe, laboratori, atelier in cui quotidianamente la ceramica viene pensata e realizzata. Possono incontrare i protagonisti, gli artigiani, i giovani artisti e i designers, vederli lavorare, toccare l’argilla, provare magari a mettersi al tornio, smaltare e capire il valore del fatto a mano. Possono entrare nei musei, in gallerie, seguire percorsi di visita a tema, conoscere tradizioni secolari e scoprire le creatività più innovative. Partecipare a laboratori collettivi o fare piccole sedute di lavoro individuali. Fare shopping di pezzi unici, scoprire a tavola quanto è più bello il cibo servito su un piatto artigianale o magari ascoltare musica fatta con strumenti in ceramica.

“Con Buongiorno Ceramica! vogliamo promuovere la ceramica artistica e artigianale, per riportarla al centro della sensibilità e dei costumi italiani.
Il successo crescente di Buongiorno Ceramica! ci conferma che abbiamo intercettato una passione e forse anche un’inclinazione degli italiani. Per questo con AiCC, Associazione Italiana Città della Ceramica, promotrice della manifestazione, teniamo sempre viva l’attenzione e la passione su questa arte che rappresenta l’identità culturale per tanti territori italiani”, sottolinea il presidente di AiCC Massimo Isola.

Le 45 città di antica tradizione ceramica sono: Albisola Superiore, Albissola Marina, Appignano, Ariano Irpino, Ascoli Piceno, Assemini, Bassano del Grappa, Borgo San Lorenzo, Burgio, Calitri, Caltagirone, Castellamonte, Castelli, Cava de’ Tirreni, Celle Ligure, Cerreto Sannita, Città di Castello, Civita Castellana, Cutrofiano, Deruta, Este, Faenza, Grottaglie, Gualdo Tadino, Gubbio, Impruneta, Laterza, Laveno Mombello, Lodi, Monreale, Montelupo Fiorentino, Napoli-Capodimonte, Nove, Oristano, Orvieto, Pesaro, San Lorenzello, Santo Stefano di Camastra, Savona, Sciacca, Sesto Fiorentino, Squillace, Urbania, Vietri sul Mare, Viterbo.

Link al decreto:

https://www.mise.gov.it/…/impresa/valorizzazione-ceramica 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
it_ITItalian