MATTEO CALDERARO E IL SUO ESORDIO ESPLOSIVO CON L’ASD CITTÀ DI ACRI

MATTEO CALDERARO E IL SUO ESORDIO ESPLOSIVO CON L’ASD CITTÀ DI ACRI
0 0
Read Time1 Minute, 58 Second

TRA I PALI DELL’ASD ACRI IL PORTIERE MATTEO CALDERARO DIMOSTRA DI ESSERE VERAMENTE “SUPERMAN” 

di Daniela Santelli

L’esordio del portiere Matteo Calderaro con la società acrese, nella partita di recupero del campionato di eccellenza, disputata contro la Stilo Monasterace e vinta per 2-0 è stato un successo. Ma questa non è novità conoscendo le doti del portiere classe 97, soprannominato appunto Superman. Calderaro vanta un curriculum calcistico di tutto rispetto, che parte dalle giovanili del Catania, Crotone e Cosenza, per poi approdare in serie D Castrovillari e Gallipoli e in varie eccellenze d’Italia. Tra cui due calabresi, la Paolana e Trebisacce. Dotato di grande forza esplosiva, abile nei pali, con uno spiccato senso sugli anticipi, un portiere di grande affidabilità. Un ragazzo umile, semplice, con tanta voglia di giocare a calcio, di mettersi in gioco. Più volte in questi anni in top 11, fino ad arrivare al podio dei giocatori dell’eccellenza calabrese A settembre la firma a Nuoro in Sardegna, e poi il ritorno nella sua terra, nella società dei lupi, accolto con familiarità da Carlo Stumpo e da tutto lo staff. Calderaro, contro la Stilo Monasterace ha dato prova della sua tecnica e della sua professionalità, difendendo la porta con grinta e determinazione. Ricordiamo che il ruolo del portiere è carico di responsabilità psicologica. Decidere di indossare i guanti e la maglia numero 1 rende “diversi”. Il portiere esulta quando non fa segnare l’avversario, quando vola tra i pali, quando riesce a dare sicurezza ai suoi compagni. Domenica Matteo Calderaro, è stato tutto questo. Matteo continua a volare tra i pali, e ad utilizzare i suoi grandi guanti, parando i tiri in porta dei suoi avversari con competenza, tecnica e carisma. Un giovane calciatore che ha affrontato con dignità e coraggio il campo, anche nei momenti difficili e traumatici della sua vita. Ma ha lottato e vinto. Anzi è stato proprio il rettangolo di gioco a dargli la motivazione di andare oltre. Guarda sempre avanti Matteo e non avere mai timore della sconfitta, scruta oltre l’orizzonte, perché tu sai che non sei mai solo, che una stella brilla sempre per te e con te. E ogni volta che esulti per una tua parata e gli occhi ti brillano, vuol dire che quella è la vera essenza della passione e che sei nel posto giusto.

Complimenti Matteo Calderaro

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

DANIELA SANTELLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
it_ITItalian