TRA PICCOLI GIOIELLI NATURALI E DISTESE DI LAVANDA

TRA PICCOLI GIOIELLI NATURALI E DISTESE DI LAVANDA
2 0
Read Time3 Minute, 39 Second

C’È QUALCOSA DI MAGICO IN QUESTA TERRA: I GIALLI, I ROSSI EI MARRONI…MODELLATE DALL’UOMO E DAL TEMPO 

 di Liliana Carla Bettini

Mentre nell’immaginario comune, la splendida Provenza, regione meridionale della Francia, si tinge di viola con campi di lavanda, c’è un’altra tonalità cromatica che, durante tutto l’anno, sorprende i viaggiatori con le sue mille sfumature di ocra…

Ci sono percorsi secondari, tracciati nel cuore della Provenza autentica, a volte conosciuti solo dai locali. Meglio di altri, questi percorsi rivelano le ricchezze della regione, lontano da luoghi comuni e folle.

A pochi chilometri da Avignone, al centro di uno dei querceti più estesi del mondo, si trova uno dei luoghi più affascinanti e sorprendenti del sud della Francia.

Roussillon, un piccolo e incantevole villaggio, definito uno dei “più bei villaggi di Francia”, è una meta esclusiva per i viaggiatori alla ricerca di esperienze uniche e originali.

A pochi passi dal centro storico c’è il Sentier des Ocres : un percorso di circa 45 minuti, tra pini marittimi, castagni e le incredibili formazioni rocciose simili al Canyon sud-occidentale degli USA.

C’è qualcosa di magico in questa terra: i gialli, i rossi ei marroni si stagliano contro il verde della pineta e l’azzurro del cielo, le scogliere hanno forme sorprendenti, modellate dall’uomo e dal tempo.

Cambio di scenario totale garantito, con questa passeggiata in queste antiche cave di ocra dove uomo e natura si sono uniti per plasmare un paesaggio totalmente irreale.

 

La passeggiata ti permetterà di scoprire queste formazioni rocciose i cui colori si alternano tra l’arancione e il rosso. Un piccolo gioiello! E tanto più con la luce del mattino (per gli appassionati di fotografia).

Il Sentier des Ocres è una curiosità geologica che delizierà gli amanti della natura con tutti i suoi colori scintillanti.

Ma soprattutto questo percorso vi farà scoprire gli antichi giacimenti di ocra. Oggi, questi presentano un paesaggio ammaliante, un misto di scogliere, cammini delle fate, cumuli di sabbia ocra. Un tempo scavate con pala e piccone dagli uomini, ora sono modellate dal vento e dall’acqua piovana.

Prima di percorrere il sentiero ocra, lasciatevi sedurre dai vicoli di questo incantevole villaggio della Provenza con le sue facciate dai toni caldi.

L’intonacatura delle facciate racconta la storia delle cave circostanti.

Prenditi tempo per esplorarlo e scoprire i suoi tesori nascosti. Dopotutto, la sua storia risale all’epoca romana.

Durante la tua passeggiata per visitare Roussillon, scoprirai la Place du Pasquier, la Place de l’Abbé Avon e la Place de la Forge. All’altezza dell’antica porta della cinta muraria medievale, ammirerai anche il campanile, ristrutturato nel XIX secolo.

Sulla sinistra è possibile raggiungere l’antico camminamento, il Castrum, da cui si gode una splendida veduta del paese e della campagna circostante.

La piazza del municipio è il punto centrale del paese che vi condurrà alla chiesa di Saint Michel (tipica chiesa provenzale).

Per gli amanti dell’arte è anche possibile recarsi al Conservatorio di Ocres (Okhra). È un’ex fabbrica mineraria color ocra, trasformata in museo.

Intorno a Roussillon si possono scoprire magnifici vigneti, ma anche campi di lavanda. Nel paese di Sault si possono fare splendide passeggiate nel mezzo di questo magnifico paesaggio di fiori color malva o viola.

Non perdere l’occasione di raggiungere il vicino e affascinante villaggio di Gordes. Classificato anche tra i borghi più belli di Francia, Gordes sorge di fronte al massiccio del Luberon.

Questo villaggio in cima a una collina ospita la magnifica abbazia di Notre-Dame de Esangue, circondata da campi di lavanda.

Passeggiare per le strade acciottolate che si snodano tra le alte case costruite nella roccia è una vera delizia. Inoltre, sapevi che Gordes era anche una tappa per i pellegrini diretti a Santiago de Compostela?

Non dimenticate di visitare l’Abbazia di Sénanque, gioiello dell’arte cistercense del XII secolo, incastonata in una valle traboccante di lavanda. È ancora abitato da monaci che coltivano miele e lavanda.

Concediti una giornata per visitare il parco regionale del Lubéron e scoprire la sua panoplia di piccoli borghi tipicamente provenzali e il suo ambiente naturale collinare che alcuni chiamano anche “la piccola Toscana della Provenza”

Il patrimonio provenzale sono anche i suoi numerosi piccoli villaggi ricchi di carattere e ricchi di storia. Non c’è da stupirsi quindi che ce ne siano diciotto con l’etichetta “i più bei villaggi di Francia”!

La lavanda, emblema della regione diffonde i suoi profumi inebrianti. Chiudi gli occhi, respira … se in Provenza!

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Please follow and like us:

Archivio

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
it_ITItalian