QUELLE BELLEZZE NATURALI ED ARCHITETTONICHE CHE IL TURISTA TROVA SOLO IN ITALIA

QUELLE BELLEZZE NATURALI ED ARCHITETTONICHE CHE IL TURISTA TROVA SOLO IN ITALIA
2 0
Read Time3 Minute, 19 Second

BURANO, ALLA SCOPERTA DELL’ISOLA COLORATA DELLA LAGUNA VENEZIANA.

di Liliana Carla Bettini

Salire su un vaporetto da Venezia all’isola di Burano è un modo idilliaco per trascorrere la giornata. L’isola veneziana ospita pescatori e merlettaie ed è famosa per le sue case dai colori vivaci disposte lungo stretti canali. Sebbene sia altrettanto pittoresca – e fondamentalmente un sogno per i fotografi – Burano sembra un mondo lontano dal resto di Venezia.

L’unico modo per arrivare da Venezia a Burano è con il vaporetto. A meno che tu non stia mostrando i soldi e ti possa permettere un taxi acqueo per il viaggio sorprendentemente lungo verso l’isola, ti costerà circa € 150 in contanti. Non mostro mai i soldi quando si tratta di taxi d’acqua, ma ognuno ai propri amici, ciascuno ai propri.

I vaporetti sono i vaporetti pubblici che si snodano dentro, fuori e tutt’intorno ai canali di Venezia. Anche se è meglio scoprire la città principale a piedi (le auto non sono una cosa qui), per raggiungere le piccole isole della laguna è fondamentale salire a bordo di un vaporetto.

Per prendere il vaporetto da Venezia a Burano dovrai prendere la linea 12 , da San Marco o da Fondamente Nove. Acquista il biglietto in anticipo da un distributore automatico o da una biglietteria, quindi raggiungi la piattaforma galleggiante per attendere il traghetto. Sebbene ci siano diverse fermate del vaporetto a Venezia che non hanno barriere per i biglietti, attenzione: a Burano puoi uscire solo presentando il tuo biglietto

.

I biglietti da Venezia a Burano costano € 7,50 a tratta. Considerando la durata del viaggio (ci vogliono circa 45 minuti in totale), penso che il prezzo sia abbastanza ragionevole. Tuttavia questa è la tariffa per un vaporetto, non importa dove tu vada in città, e ogni biglietto di sola andata dura 75 minuti, il che è esorbitante, ammettiamolo.

Amo serpeggiare tra i vicoli di Cannareggio, soprattutto la mattina presto quando c’è ancora un luccichio di nebbia nell’aria e per la maggior parte sei da solo. Di tanto in tanto potresti imbatterti in qualcuno che sta andando al lavoro o intravedere dei passi che girano un angolo o attraversano un ponte. Nello stesso momento, in Piazza San Marco, le orde si stanno già radunando, la linea si sta formando contro il muro esterno del Palazzo Ducale, un’altra serpeggia via dall’ingresso della Basilica di San Marco come un tentacolo.

Venezia in circostanze normali (non Covid) è estremamente occupata, ma solo in modo schiacciante negli hotspot turistici. Allontanati dal centro affollato e c’è un intero labirinto di vicoli tranquilli da esplorare, e Cannareggio è una delle mie parti preferite del labirinto da attraversare. In fondo al quartiere si trovano Fondamente Nove e una vista sulla parte nord-orientale della laguna, l’acqua turchese che lambisce la lunga passerella. Ogni volta che ho visitato Burano è stato questo piccolo molo da cui prendo il vaporetto, probabilmente perché apprezzo più correre tra i vicoli che spingermi tra la folla.

Il vaporetto sputacchia e si allontana dal molo verso il mare aperto, dirigendosi prima verso l’isola di San Michele. Non puoi confondere quest’isola piuttosto grande con un’altra perché è interamente racchiusa da un muro di mattoni, con cipressi che fanno capolino dalla cima. San Michele è in realtà il cimitero di Venezia. Cappelle e tombe riempiono l’isola e sebbene sia possibile visitarla per chiunque, questo è un luogo sacro.

Mentre il vaporetto si fa strada verso la laguna aperta, ci sono molte isole private da spiare all’orizzonte e altro traffico mattutino che si unisce al tuo percorso.

Barche in teak lucido guidate da uomini in aviatori che chiacchierano al cellulare e chiamano altri conducenti di barche. Barche cariche di merci da consegnare qui e ovunque. Lo strano peschereccio.

Un vaporetto diretto nella direzione opposta. Aironi e gabbiani volano sopra di loro, e c’è persino una collezione di fenicotteri da qualche parte in questa vasta zona umida (anche se è improbabile che tu ne possa avvistare uno durante il tuo viaggio da Venezia a Burano).

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Please follow and like us:

Archivio

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
it_ITItalian