ARIANNA MANZO – UNA STORIA DI PRESUNTA MALASANITA’ CHE POTREBBE ESSERE FINITA DOPO L’ULTIMO RESPONSO DELLA COMMISSIONE PERITALE NOMINATA DALLA CORTE DI APPELLO SALERNITANA

ARIANNA MANZO – UNA STORIA DI PRESUNTA MALASANITA’ CHE POTREBBE ESSERE FINITA DOPO L’ULTIMO RESPONSO DELLA COMMISSIONE PERITALE NOMINATA DALLA CORTE DI APPELLO SALERNITANA
0 0
Read Time2 Minute, 9 Second

L’AVVOCATO DELLA FAMIGLIA SCRIVE NUOVAMENTE A DE LUCA RICORDANDOGLI QUANTO PROMESSO IN CAMPAGNA ELETTORALE IL CASO RIPORTATO IN UN SERVIZIO DI TG3 CAMPANIA

di Giovambattista Rescigno

L’avvocato Mario Cicchetti legale della famiglia Manzo-Memoli di Cava de’ Tirreni ha portato a conoscenza tutti, che lo scorso 14 settembre il collegio peritale nominato dalla Corte di Appello di Salerno per riesaminare il caso di Arianna Manzo vittima di presunta malasanità quando aveva 3 anni, a seguito di un intervento che la rese sorda, ipovedente e tetraplegica, ha concluso la sia attività ed “è pervenuto alle medesime conclusioni alle quali era giunto quello nominato in primo grado” nel corso del processo che vide condannato a un risarcimento da tre milioni di euro una azienda ospedaliera partenopea”.

E’ opportuno ricordare che nel corso della scorsa campagna elettorale per il rinnovo del consiglio regionale della Campania, l’allora, ed attuale presidente della Regione On. De Luca, promise un incontro con la famiglia di Cava de’ Tirreni Manzo-Memoli per discutere sul piano di risarcimento del danno, ma fino ad oggi nulla, – evento questo riportato anche da TG3 Campania ieri 21/03/2021 – A seguito di ciò il legale della piccola Arianna Manzo, oggi 15enne ha scritto nuovamente al presidente De Luca la lettera che di seguito si riporta, affinché si possa mettere finalmente il punto fino a questa farraginosa vicenda, che lede la piccola che ha bisogno di cure e medicinali costosi nonché un assistenza costante e continua:

“di quelle trattive che Lei stesso, nel corso dell’ultimo incontro tenutosi durante la campagna elettorale che l’ha vista confermato quale Presidente, aveva interrotto in attesa che venisse depositato questo elaborato”. Nella lettera trasmessa al presidente De Luca governatore, l’avvocato, ha accluso i risultati della consulenza, redatta da importanti specialisti, e ribadisce che il denaro è destinato a garantire alla ragazza “quell’assistenza continuativa, attraverso personale altamente specializzato nell’arco delle ventiquattrore, che i genitori, ormai, non sono più in grado di assicurarle, oltre che (finalmente) una casa priva di tutte quelle insormontabili barriere architettoniche che non le consentono di soddisfare neanche i più semplici bisogni quotidiani”. Dopo quest’ennesima conferma da parte degli specialisti della commissione nominata dalla Corte di Appello Salernitana, che ha confermato quanto precedentemente scritto dall’altra commissione, non resta altro da attendere che le mosse dell’assessorato alla Sanità della Regione Campania e l’interessamento del Presidente De Luca affinché la pratica si risolva in tempi brevi. La città di Cava de’ Tirreni è in attesa ed è col fiato sospeso per le sorti della pratica che interessano la piccola concittadina.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Please follow and like us:

Archivio

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
it_ITItalian