FUORI OGGI A MEZZANOTTE KLAUS NOIR E LA SUA “DALIDA”  

FUORI OGGI A MEZZANOTTE KLAUS NOIR E LA SUA “DALIDA”   
1 0
Read Time3 Minute, 46 Second

È USCITO OGGI, 24 GIUGNO, IL NUOVO SINGOLO DALIDA” DEL GIOVANE ARTISTA KLAUS NOIR. PRODOTTO DA “ILMEX” ANDREA MESSINA (AIELLO, BARTOLINI), IL BRANO RACCONTA LA NOSTALGIA DELL’ALTROVE IN UN TURBINIO DI EMOZIONI, L’INNAMORAMENTO LAMPO E IL SENSO DI DISORIENTAMENTO CHE NE DERIVA

 di Giulia Quaranta Provenzano

Nicolò Restàini, in arte KLAUS NOIR, nasce a Bari nel 1996 e si avvicina al mondo dell’Hip Hop all’età di tredici anni – imparando a fare freestyle e testi in rima. Forma prima tre gruppi Punk, Grunge, HC e cioè Velwet Noir, Cherrydween e 90’s X dopodiché, nel 2016, scopre la Trap ascoltando Lil Uzi Vert, XXXTentacion, Chief Keef e altri precursori del genere sino a decidere di renderlo il suo di genere.

Nel 2018, Nicolò scrive il testo di “Universale” per Benji & Fede assieme a Piero Romitelli, Tony Maiello e Davide Epicoco [https://youtu.be/vVU2IJXAZzQ]. Nel 2019 autoproduce l’album “Midori” degli Uramawashi per RTI, divenuto colonna sonora della fiction Mediaset “Oltre la Soglia”. Nel 2020 poi crea il progetto in esclusiva Instagram “KLAUSNOIR’S HOTMINUTE”, un insieme di freestyle di vario genere in stile mixtape della durata massima di 1 minuto e 30 secondi e accompagnata da video girati, diretti e montati da lui stesso. Nel 2021 produce la canzone “Mi Fa Sentire Sola” per la cantante EVRA, entrata nel “New Music Friday” e nella playlist “Anima R&B” di Spotify nella prima settimana di gennaio [https://youtu.be/k25R4fTX0Uk].

La grande musicalità di Klaus Noir e l’incessante sua creatività si fondono magistralmente, generando canzoni che trovano un notevole riscontro positivo anche tra gli addetti ai lavori. È stato dunque contattato dal produttore Dino Ceglie, con il quale ha iniziato un rapporto di collaborazione che lo ha portato a siglare un contratto con l’etichetta Nikto.

Oggi – giovedì 24 giugno – è uscito in digitale DALIDA” (Nikto)il nuovo brano del giovane artista Klaus Noir, prodotto da “ILMEX” ANDREA MESSINA (Aiello, Bartolini) che racconta la nostalgia dell’altrove in un turbinio di emozioni, l’innamoramento lampo e il senso di disorientamento che ne deriva. Il tutto in un’atmosfera synthpop, blues e rap. Una strumentale che è come una macchina del tempo.

Il singolo dal titolo “DALIDA” [https://youtu.be/retn8UMRgKA], pseudonimo in onore della cantante e attrice italiana Iolanda Cristina Gigliotti, si rifà alla figura letteraria della femme fatale. Una ragazza che, danzando, rapisce il cuore e la mente del protagonista.

Ha dichiarato Nicolò Restàini che <<“DALIDA” è nata da sola, in soli tre giorni. Ho conosciuto Andrea Messina in quel momento e, al posto di presentarci, abbiamo cominciato a suonare. La nuova canzone l’ho intitolata “Dalida” perché, da piccolo, ero innamorato pazzamente di lei e la sua storia mi spezzò il cuore. Dovevamo fare una canzone in tre giorni, invece abbiamo chiuso un film senza tempo, né pellicola>>. Lo stesso Klaus Noir si è occupato del graphic design della copertina del brano.

Infine è stato proprio Nicolò ad affermare e spiegare: A mezzanotte uscirà “Dalida” e sono felice come un bambino, quasi non ho chiuso occhio al pensiero di farvela ascoltare. Quando i ragazzi dell’Associazione Cuenzo mi hanno chiamato per partecipare al progetto Apulia Music Farm, MAT  Laboratorio Urbano ero appena uscito da un periodo buio quanto particolare (non riuscivo più a scrivere) e la premessa di dover conoscere un producer di punto in bianco, e crearci una canzone insieme nell’arco di tre giorni, mi sembrò una follia! Una finestra temporale troppo breve per produrre qualcosa di bello, specialmente con un tizio di cui sapevo a malapena il nome. Quando mi recai lì a Terlizzi, questo tizio, tale Andrea Messina, non si presentò neanche bensì subito mi fece imbracciare la sua Danelectro. <<Suona qualcosa!>> mi disse, e nel giro di poche ore è nata “Dalida”. Non eravamo in uno studio, ma nella sartoria dove di solito le sarte cuciono turbanti spettacolari. È stata un’esperienza mistica, ci siamo ritrovati a campionare il suono della macchina da cucire e ho messo mano per la prima volta su un Prophet …io che non mi sono mai potuto permettere un synth analogico. L’ultimo giorno, mentre registravo la voce, quasi avevo le lacrime per la gioia di aver dato alla luce qualcosa di tanto stupendo e sincero nonostante avessi pensato di non aver nulla di bello da raccontare. Con “Dalida”, tuttavia, ho ritrovato la bellezza della musica senza schemi e con Andrea un fratello capace di leggere, assecondare e veicolare la mia creatività vulcanica, una sinergia folle”.

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Please follow and like us:

Archivio

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
it_ITItalian