L’ESSERE UMANO CONSUMA, MENTRE GLI ESSERI VIVENTI MANTENGONO (LA NATURA)

L’ESSERE UMANO CONSUMA, MENTRE GLI ESSERI VIVENTI MANTENGONO (LA NATURA)
0 0
Read Time2 Minute, 21 Second

 LA PROSSIMA ASPIRAZIONE DELL’UMANITÀ SARÀ CREARE UNA NUOVA CULTURA COMUNE E CONDIVISA

 di Patrizia Esposito

La Persona è il fulcro della sostenibilità, creatrice di una nuova cultura dei cambiamenti per costruire un ben-vivere comune per tutti partendo dal modificare la causa, cioè quella vecchia cultura del possesso e della supremazia esclusiva dell’essere unano sulla Terra, luogo da cui prendere senza sentire la responsabilità di un dare. Questi sono i comportamenti che vediamo sia negli adulti che nei giovani, anche se ultimamente la nuova generazione sta cercando un nuovo senso del fare nella vita, oltre che consumare e distruggere l’unico posto dove possiamo vivere. Pensiero: forse Elon Reeve Musk, imprenditore sudafricano con cittadinanza canadese naturalizzato statunitense. CEO e CTO di Space Exploration Technologies Corporation, ha capito in anticipo dove condurranno gli assurdi comportamenti delle persone e che sia per questo motivo che programma gite e viaggi nello spazio?

Quali sono i blocchi che fanno perdere il senno? Il potere e l’avidità. Eppure la pandemia ci ha dato una lezione di vita, cioè che nessuno può prevalere o pensare di sopravvivere senza collaborare e unire le forze con altre persone in qualsiasi posto del mondo esse si trovino. Forse l’unico elemento critico è proprio l’essere umano. Quando la siccità nel deserto mette a rischio la vita di tanti animali e c’è un’unica fonte per abbeverarsi, ogni specie ha il suo posto, senza paura vicino alle gazzelle agli gnu ci sono i leoni, nell’acqua ci sono i coccodrilli, c’è una regola: se la gazzella muore, il leone e il coccodrillo moriranno di fame anche loro e così gli altri dall’animale più piccolo indifeso, al più grande epotente. Fra gli esseri umani invece, avremo il furbo che vorrà impossessarsi dell’acqua per primo e addirittura avrebbe dei seguaci in questa sua povertà di pensiero.

I luoghi comuni hanno investito di potenza illimitata la persona e la tecnica, con i suoi oggetti tecnologici, supporta questo senso, giustificandosi con l’obiettivo di ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo Ma questo non può giustificare l’infelicità e il senso di vuoto che troviamo nella società: fra gli adulti, gli adolescenti, i bambini.  La vita e il nostro mondo sono progrediti grazie al desiderio umano, l’aspirazione alla ricchezza ha prodotto la crescita economica, dobbiamo ricordare lo spirito che spinge alla ricerca e alla soddisfazione del desiderio, dell’amore, della bellezza. Tutti componenti che accompagnano la nostra razionalità, senza divisione ma unitariamente; la sola tecnica non può gestire queste parti sottili, nemmeno se cloniamo gli esseri umani con dei robot.

La prossima aspirazione dell’umanità sarà creare una nuova cultura comune e condivisa in questo presente così dinamico, in cui abbiamo bisogno di essere in presenza attiva nuova, forse meno sapienti e più comprensivi. Diventa ancora più chiaro quanto la consapevolezza sia il fulcro della sostenibilità condivisa e felice.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Please follow and like us:

Archivio

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
it_ITItalian