LA GRANDE ARTE NEL CATALOGO EVENTI CERTAMEN INTERNAZIONALE SULLE GRANDI CATTEDRALI D’OCCIDENTE. CATALOGO EPOCALE CARTACEO DOVE IN OGNI GRANDE EVENTO UNA MOSTRA CHE INDAGA E PERLUSTRA L’ATTUALITÀ DEL NOSTRO TEMPO.

LA GRANDE ARTE NEL CATALOGO EVENTI CERTAMEN INTERNAZIONALE SULLE GRANDI CATTEDRALI D’OCCIDENTE. CATALOGO EPOCALE CARTACEO DOVE IN OGNI GRANDE EVENTO UNA MOSTRA CHE INDAGA E PERLUSTRA L’ATTUALITÀ DEL NOSTRO TEMPO.
3 0
Read Time2 Minute, 11 Second

L’ESPOSIZIONE CARTACEA SARÀ EDITA EDICIONES MATRIOSKA COME OMAGGIO ALLA NOBILE SCRITTURA DEL CRITICO D’ARTE MELINDA MICELI E ALLA SUCCESSIONE STORICA, ILLUSTRATA ATTRAVERSO IL FASTO MAGISTRALE DELL’ARTE ED EFFIGIANTE UN PERIODO CHE VA DALL’INCENDIO DI NOTRE DAME ALL’ATTUALE PANDEMIA.

di Alessandra Marinacci

“Il titolo” L’arte del nostro secolo” delinea l’appuntamento imperdibile e contemporaneo che mette in dialogo molti dipinti drammatici, simbolici e allegorici di maestri contemporanei, foto artistiche e digitali, poesie. Dai confronti più formali e immediatamente visibili, derivanti dagli accostamenti di toni, stili, atmosfere, a quelli più concettuali, sottolineando come gli artisti abbiano lavorato a una vera e propria topografia dei turbamenti epocali. In un continuo rimando tra immagini, simboli e affinità, il percorso prosegue con l’esposizione che richiama il tema della morte e della lotta tra luce e oscurità, del rapporto fra passato e presente e della lettura connessa al nostro presente, lasciandone integra l’identità e la conoscenza storica all’interno di una sofisticata poetica simbolica e metaforica”. Melinda Miceli

Questo è stato il Certamen, l’ultimo tour prima della pandemia che ha sconvolto le abitudini di interi continenti.

Poi Pandemia, dedicata appunto al morbo e al suo significato esistenziale: un monito per richiamare l’Uomo a una visione meno materialista e consumista.

Le immagini e le foto rispecchiano il dramma di una profonda crisi valoriale, con colori acidi che si dissolvono, con una pregnanza disarmonica uno dentro l’altro in modo invadente. Ed eccoci al Catalogo del Premio Giotto, Colui che ha rivoluzionato la pittura medioevale, fedele ai soggetti perlopiù religiosi del Suo tempo ma con un’idea della prospettiva che rispecchiava l’amore per la concretezza della realtà terrena.

Nuovamente un nome segnaletico “Specchio del nostro tempo”. Artisti che, con tecniche diverse, hanno mirabilmente rappresentato storia e quotidianità di chi mai si arrenderà alla mercificazione del proprio sguardo, nato nell’Anima prima che nell’occhio, si sono presentati a Visitatori assetati di Bellezza.

Accompagnava lo sfogliarsi delle pagine, composte come quadri di quadri ( come le matrioske) da Sandro Masala, icona della grafica nella nostra meravigliosa Sardegna, una sinfonia solenne, commovente viatico verso la strada difficile che ancora ci aspetta ma con accenti contemporanei nell’uso degli strumenti.

Una sezione dedicata alla poesia ha concesso a nuovi partecipanti il privilegio di essere tra i testimoni in un grande Progetto: ristabilire la connessione tra Giusto e Armonico.

Ora, grazie all’impegno immane ed etico della Scrittrice Stendhaliana Melinda Miceli possiamo concederci di tenere tra le mani un Catalogo di carta.

Qualcosa di vitale, da far crescere dentro di sé come un albero che ha le radici nella terra e i rami a sfiorare il cielo.

 

Happy
Happy
33 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
33 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
33 %
Please follow and like us:

Archivio

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
it_ITItalian