CAVA DE’ TIRRENI LA POLIZIA SCOPRE UNA SERRA PER LA COLTIVAZIONE DI CANNABIS.

CAVA DE’ TIRRENI LA POLIZIA SCOPRE UNA SERRA PER LA COLTIVAZIONE DI CANNABIS.
Read Time1 Minute, 55 Second

CITTADINO DI CAVA DE’ TIRRENI 39ENNE COLTIVAVA CANNABIS NEL SOTTOTETTO DELLA SUA ABITAZIONE PER LA SUCCESSIVA IMMISSIONE SUL MERCATO METELLIANO DEGLI STUPEFACENTI.

DI GIOVAMBATTISTA RESCIGNO

        V.Q. Dr. Giuseppe Fedele 

Alle prime luci dell’alba di ieri, 6 luglio, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato della Polizia di Stato, diretto dal neo-giunto Vice Questore Giuseppe Fedele, al termine un’attività di indagine, hanno deferito in stato di libertà D.M.A., cittadino metelliano 39enne, gravato già precedenti specifici in materia di stupefacenti, resosi responsabile di coltivazione di piante di cannabis indica. Gli agenti della polizia, già da tempo tenevano sotto osservazione l’abitazione dell’uomo in località Pregiato Vecchia, ed alle prime luci dell’alba del mattino davano esecuzione ad un operazione di perquisizione domiciliare, non tralasciando alcun ambiente e proprio nel corso dei controlli si recavano all’interno del sottotetto, di cui il soggetto aveva la disponibilità e nel quale aveva realizzato una serra artigianale, sostituendo le tegole di terracotta con quelle in vetro trasparente, tanto da far si che la luce raggiungesse le piante durante il giorno, invece a riscaldare le piante e favorirne la crescita di notte usufruiva di una illuminazione a luce calda. L’attività ha permesso agli uomini della polizia di Stato di sequestrare dieci piante di cannabis dell’altezza superiore a 1,5 metri, materiale per la coltivazione e la concimazione, un contenitore nel quale vi erano semi della stessa specie di pianta, un bilancino elettronico di precisione ed alcune bustine di plastica trasparente utilizzate per la conservazione delle parti essiccate e tritate. Al termine delle formalità di rito svolte presso gli uffici del locale commissariato, l’uomo veniva deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria competente mentre le piante ed il materiale veniva sottoposto a sequestro per la successiva distruzione. Una nuova operazione della polizia che permette di infrenare il mercato dello spaccio di sostanze stupefacenti che permette di infrenare il mercato delle droghe leggere che in Cava de’ Tirreni ha una prolifera produzione, infatti mesi addietro analoghi sequestri vennero eseguiti alle frazioni Sant’Anna e Santa Lucia, con il sequestro di ingenti quantità di piantine, semi ed attrezzi per la coltivazione. Un operazione che è ben augurante per il dr. Fedele al suo primo giorno di servizio a Cava de’ Tirreni.

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian
it_ITItalian