CAVA, SERVALLI E DE LUCA INAUGURANO LA NUOVA PIAZZA PASSARO: «MIGLIORARE SEMPRE»

CAVA, SERVALLI E DE LUCA INAUGURANO LA NUOVA PIAZZA PASSARO: «MIGLIORARE SEMPRE»
Read Time2 Minute, 51 Second

ALLA PRESENZA DEL GOVERNATORE DELLA REGIONE CAMPANIA VINCENZO DE LUCA, IERI SERA, SABATO 4 LUGLIO, IL SINDACO VINCENZO SERVALLI HA INAUGURATO LA NUOVA PIAZZA INTITOLATA AI CONIUGI E COMMERCIANTI CAVESI ANDREA E GINA PASSARO. 

DI GIOVAMBATTISTA RESCIGNO

CAVA DE’ TIRRENI (SA). Ha presenziato e tagliato il nastro della nuova piazza il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, questa sera, (ieri per chi legge), insieme al sindaco Vincenzo Servalli intitolata a Andrea e Gina Passaro, capostipiti della storica famiglia della città dei portici campani di commercianti di abbigliamento e abiti di sposa che da sempre danno lustro alla piccola Svizzera.

La nuova piazza nasce nel cuore del centro storico della città, alle spalle del Marte, luogo che fino al 2017 area degradata per la presenza dell’immobile fatiscente ed inutilizzato dal 1980 della ex palestra Parisi, adiacente al complesso di San Giovanni, altra unità che è ritornantodo ad essere luogo vivibile della città e fruibile per i cittadini. L’attenta amministrazione Servalli, al fine di far si che quell’area ritornasse nella piena disponibilità dei cittadini, la inserì nel dicembre del 2015, in un progetto di riqualificazione nella riprogrammazione del programma PIU Europa, impegnando un importo complessivo di 690mila euro. Conclusasi nel 2017 la procedura di acquisto dell’immobile dalla Regione nel mese di novembre fu abbattuto. Dopo la progettazione e la gara per l’affidamento dei lavori, nel 2019 si iniziò la realizzazione della nuova piazza che insieme al complesso monumentale del Monastero di San Giovanni, che fu completato come dicevamo prima nel 2017. Così, Servalli e la sua amministrazione ha di fatto riconsegnato alla città nuove strutture di pregio per la cultura e la socialità. Servalli dopo il taglio del nastro ha consegnato con queste a Cava ed ai Cavesi e non solo l’area risanata, ormai scevra da rifiuti di ogni genere e porto sicuro per chi in quel luogo nel passato coperto dalla mole della strttura fatiscente e lontano da occhi indiscreti e dagli impianti di video sorveglianza poteva delinquere indisturbato, perché divenuto luogo di spaccio e no poche sono state le attività di prevenzione e repressione messe in campo dalle forze di Polizia operanti sul territorio Cavese. Ecco le sue parole: “Abbiamo dovuto acquistare e demolire la ex Palestra Parisi per poi progettare e realizzare la piazza. Niente era stato fatto prima. In mancanza di ogni idea di città, di comprensione di cosa significhi amministrare una comunità complessa come la nostra, resta la sola arma dell’attacco sconsiderato e costante al mio lavoro di questi anni ed alla mia persona. Questo il solo mezzo usato dal sindaco leghista, che si vergogna di avere la Lega con se, ma che però considera buoni i suoi voti. Un mostro di coerenza e di arroganza. Cava correrebbe seri rischi con questi personaggi che pensano di giocare al bingo con il futuro della comunità”. Parole di compiacimento – lontano dai microfoni e dalle telecamere per Cava le ha avute anche il governatore, il quale per motivi affettivi e strettamente personali è legato a Cava, in quanto i suoi figli Piero e Roberto sono nati nella cittadina Metelliana, quindi quella di De Luca a Cava de’ Tirreni è anche una presenza legata alla sua vita familiare e non solo politica. Visibilmente commossa anche se con il volto coperto dalla mascherina la nota “Pinella Passaro”, che osiamo definire, e non è una lode di comodo “la donna del brand cavese nel mondo”.

 

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian
it_ITItalian