IL MAGGIORE ALESSANDRO CISTERNINO “IO ED I MIEI COLLABORATORI CONFIDIAMO NELLA COLLABORAZIONE DELLE PERSONE ANCHE IN ANONIMATO, LE LORO RICHIESTE NON SARANNO DISATTESE”

9 0
Read Time3 Minute, 27 Second

CASTEL SAN GIORGIO: TENTA LA FUGA MA NON RIESCE AD ELUDERE L’ARRESTO, PRESO NEL BAR, AVEVA DROGA PRONTA PER LO SPACCIO E MILLETRECENTO EURO IN BANCONOTE DI PICCOLO TAGLIO PROVENTI DELL’ILLECITO MERCATO, RINVENUTI INOLTRE STRUMENTI IDONEI PER IL TAGLIO ED IL CONFEZIONAMENTO DELLA SOSTANZA E UN BILANCNO DI PRECISIONE. ROCCAPIEMONTE: ARRESTATI DUE APPARTENENTI AL CALN DESIDERIO, DEVONO SCONTARE 5 ANNI PER VARI REATI COMMESSI CONTRO LA PERSONA ED IL PATRIMONIO. BARONISSI: TRATTO IN ARRESTATO PREGIUDICATO DEL LUOGO, DEVE SCONTARE DUE ANNI PER TENTATA ESTORSIONE

DI GIOVAMBATTISTA RESCIGNO

CASTEL SAN GIORGIO:- Nella serata di sabato 8 febbraio nel corsoi di predisposto servizio di largo raggio, predisposto dal Comando Compagnia Carabinieri guidata dal Maggiore Alessandro Cisternino, i Carabinieri della locale stazione alla guida del maresciallo Michele Di Mauro, hanno tratto in arresto Michele Fiume, che era fermo ad attendere la sua clientela nei pressi di un parco giochi per bambini. Era già da tempo che il maresciallo Di Mauro si era messo sulle tracce di Michele, ma non era riuscito ad incastrarlo. Sabato sera, Di Mauro non desiste alla sua caccia e si reca alla frazione Trivio nei pressi del parco giochi per bambini, nota Michele Fiume, che appena lo vede trenta la fuga a piedi e trova riparo in un bar, Di Mauro e i suoi collaboratori lo raggiungono immediatamente bloccandolo nell’ultimo disperato tentativo di disfarsi o celare un borsello; infatti i militari all’interno rinvengono 50 grammi di Marijuana, e 30 dosi di hashish tutte pronte per lo spaccio. Inoltre rinvenivano milletrecento euro tutte in banconote di piccolo taglio, provento dell’illecita attività. Successivamente nel corso di perquisizione estesa presso l’abitazione del medesimo, rinvenivano materiale per il taglio e confezionamento delle dosi ed un bilancino di precisione. L’arrestato su disposizione del P.M. di turno presso il Tribunale di Nocera Inferiore dottoressa Federica LO CONTE, veniva sottoposto alla misura alternativa degli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo che sarà celebrato lunedì mattina innanzi al tribunale di Nocera Inferiore.

ROCCAPIEMONTE:- Sempre Sabato sera e sempre i carabinieri di Castel San Giorgio, eseguivano ordinanza di custodia cautelare per sopraggiunta condanna definitiva due giovani di Roccapiemonte traevano in arresto Alessio Ruggiero e Salvatore Torino entrambi appartenenti al clan Desiderio dovendo scontare anni 5 di reclusione in quanto responsabili a vario titolo dei reati di estorsione spaccio e attentati dinamitardi, i predetti dopo le formalità di rito sono stati associati presso la casa circondariale di Salerno-Fuorni.

BARONISSI:- I Carabinieri della stazione di Baronissi agli ordini del Luogotenente Mario Murano ordinanza di esecuzione di custodia cautelare in carcere a carico di un soggetto del luogo dovendo lo stesso scontare anni due di reclusione per il reato di tentata estorsione commesso nell’anno 2018, il soggetto è stato associato presso la casa circondariale di Salerno Fuorni.                                        Il Maggiore Cisternino ha così dichiarato a seguito dei brillanti risultati operativi dei suoi uomini. “Sono fortemente soddisfatto e ancora di più motivato, ma ai miei uomini chiedo sempre di più, e di non fermarsi davanti ai risultati conseguiti sebbene eccellenti, il loro impegno ed i risultati positivi sono quello che la gente ci chiede ed attende. In questo periodo ho chiesto ai Comandi Superiori di stanziare un reparto di primo intervento operativo, al fine di essere più presenti per strada e contrastare in modo più incisivo la delinquenza ed il malaffare. Il nostro impegno, il nostro sacrificio a disposizione delle persone oneste, molte delle quali hanno raccolto il nostro appello a collaborare per rendere la qualità della vita migliore per noi i nostri figli e per quelli che verranno, la collaborazione anche anonima sta dando i suoi frutti e mi auguro che la gente continui su questa strada perché i risultati si vedono e le persone che collaborano posso constatare che la loro collaborazione non rimane lettera morta”. Una richiesta alla collaborazione quella del Maggiore Cisternino è stata raccolta da tante persone, che giustizia e legalità non vogliono che siano solo parole da andare a leggere nel vocabolario e nelle enciclopedie, ma che trovino applicazione nella vita di ogni giorno, monito per chi delinque, faro da seguire per le giovani generazioni.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Print Friendly, PDF & Email

GIOVAMBATTISTA RESCIGNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
it_ITItalian